Record, scandali e gioie azzurre: un 2015 di emozioni forti Luglio-dicembre

Record, scandali e gioie azzurre: un 2015 di emozioni forti Luglio-dicembre
di Carlo Santi
5 Minuti di Lettura
Giovedì 31 Dicembre 2015, 16:34 - Ultimo aggiornamento: 17:00

Luglio
Chris Froome domina il Tour de France durante il quale Ivan Basso si arrende. Il corridore italiano svela, in conferenza stampa, di avere un tumore ai testicoli. Torna a subito Milano dove viene operato. Adesso Basso sta bene e si occupa a tempo pieno della Tinkoff in qualità di dirigente. Alla Grande Boucle c’è l’impresa di Vincenzo Nibali che si impone nella 19esima tappa. L’erba di Wimbledon, il terzo slam dell’anno, vede un altro successo in coppia per Serena Williams e Novak Djokovic. E, sempre in tema di tennis, si rompe una coppia, quella tra Maria Sharapova e il bulgaro Gregor Dimitrov. Brutta notizia per il circo della Formula 1: il 17 luglio a Nizza muore, dopo nove mesi di coma, Jules Bianchi, pilota della Marussi rimasto vittima di un incidente nel corso del Gp del Giappone del 2014. Il calcio italiano, in pausa dopo la fine del campionato, saluta Andrea Pirlo e Carlos Tevez che vanno rispettivamente negli Stati Uniti e in Argentina. Il Parma, fallito, chiede l’iscrizione alla serie D.

Agosto
E’ il mese dei Mondiali, nuoto prima (a Kazan) e atletica dopo (a Pechino). Tania Cagnotto entra nella storia vincendo l’oro iridato nel trampolino da 1 metro e Gregorio Paltrinieri si impone nei 1500sl. Federica Pellegrini nei 200sl è seconda dietro la statunitense Katie Ledecky ed è anche seconda con la 4x200sl alle spalle degli Stati Uniti. Simone Ruffini vince la gara dei 25 chilometri in acque libere e sul podio, a sorpresa, mostra un cartello bianco con la scritta: «Aurora mi vuoi sposare?». Un messaggio rivolto alla fidanzata Aurora Ponselè, anche lei nuotatrice. Prima dei Mondiali di atletica a Pechino, in Germania l’azzurro Gianmarco Tamberi migliora il record italiano dell’alto salendo a 2.37. In Cina, Usain Bolt superstar: vince 100, 200 e 4x100 metri (9.79, 19.75 e 37.37 i rispettivi tempi) strapazzando Justin Gatlin. E’ la rinascita del Fulmine che non godeva dei favori del pronostico sulla pista dello stadio pechinese. Grande prova per l’olandese Dafne Schippers, argento nei 100 metri e oro nei 200 con 21.63 che è il record europeo con 21.63 che migliora il vecchissimo 21.71 di Marita Koch nel 1979 e di Heike Drechsler due volte nel 1986. Bruttissima Italia al Mondiale, il peggiore di sempre. Per il calcio è tempo di supercoppe: quella europea va al Barcellona, quella italiana alla Juventus. Nel ciclismo, nella prima parte della Vuelta espulsione dalla corsa a tappe spagnola per Vincenzo Nibali che per rientrare si è fatto trascinare dall’ammiraglia.



Settembre
Flavia Pennetta
straordinaria a New York. In una finale tutta italiana con Roberta Vinci che ha eliminato Serena Williams (la statunitense dice addio al sogno Grande Slam), la brindisina vince lo slam con un successo netto. Sul podio, Flavia annuncia il ritiro. Tra gli uomini, vittoria per Novak Djokovic. In Spagna, la Vuelta è di Fabio Aru e alla Spagna guidata da Sergio Scariolo vanno gli Europei di basket, con i nostri eliminati ai quarti dalla Lituania. Al via in Inghilterra i Mondiali di rugby. Nel ciclismo disputati a Richmond, negli Stati Uniti, vittoria di un eterno secondo, lo slovacco Peter Sagan. C’è un record nel calcio: è quello dell’attaccante polacco del Bayern Monaco, Robert Lewandowski: il 22 settembre nella partita vinta per 5-1 contro il Wolfsburg all’Allianz Arena segna tutte e cinque le reti della sua squadra in soli 9’ di gioco (tra il 51’ ed il 60’), dopo essere entrato dalla panchina ad inizio secondo tempo. Nel volley, con il secondo posto nella World Cup maschile, l’Italia conquista il posto per le Olimpiadi di Rio.

Ottobre
I Mondiali di rugby vanno agli All Blacks mentre l’Italia, che vede l’addio di Mauro Bergamasco, si qualifica per l’edizione del 2019 battendo la Romania. Autentico dramma in Inghilterra, con la squadra di casa eliminata dalla fase finale. Il volley registra il successo della Russia agli Europei, con l’Italia terza. Il mondiale della MotoGp è alle battute finali e si accendo lo scontro tra Rossi e Marquez mentre il tennis assiste a quella che dovrebbe essere stata l’ultima partita ufficiale di Flavia Pennetta contro Maria Sharapova. In Formula 1 c’è il successo matematico del mondiale per Lewis Hamilton con la Mercedes.

Novembre
Terzo successo iridato, il secondo di fila, per Hamilton in Formula 1. Nel tennis, la Coppa Davis torna alla Gran Bretagna che a Gand batte il Belgio trascinata da un Andy Murray perfetto. Nelle Finals vincono Agnieszka Radwanska e Novak Djokovic mentre anche Roberta Vinci annuncia l’addio. La Federation Cup è vinta dalla Repubblica Ceca. Ultima infuocata gara del mondiale della MotoGp a Valencia: Valentino Rossi, che parte in ultima fila, è contro tutti. Tenta l’impresa della vittoria ma il muro spagnolo consegna il titolo a Jorge Lorenzo. Scandalo doping nell’atletica, con la Russia al centro. L’indagine della Wada, l’Agenzia antidoping mondiale, mostra quello che è doping di Stato. L’atletica russa viene escluda dalle Olimpiadi di Rio 2016. In Nuova Zelanda, di ritorno da Londra, muore la leggenda del rugby, Jonah Lomu. Nella scherma, Valentina Vezzali a Torino fallisce la qualificazione ai Giochi e annuncia l’addio.



Dicembre
Il 14 dicembre viene svelato il logo di Roma 2024 con una bella festa al Palazzetto dello Sport romano. Nella stessa mattinata arriva la bella notizia che Roma ospiterà la Ryder Cup del 2022. Per le Olimpiadi, Roma è in corso con Budapest, Los Angeles e Parigi, mentre Amburgo si è ritirata. Nel biathlon grande Italia a Oestersund con il norvegese Bjoernalen primo a 42 anni e la nostra Federica Sanfilippo seconda. Nuoto in prima fila con il Europei in vasca corta a Netanya: Federica Pellegrini prima nei 200sl e Gregorio Paltrinieri nei 1500sl conquista oro e record del mondo con 14:08.06, 2 secondi meno del precedente limite del grande australiana Grant Hackett. Nel calcio, con Ranieri in testa alla Premier con il suo Leicester City. Addio tra Mourinho e Chelsea e tra Guadiola e Bayern: a fine stagione arriverà Carlo Ancelotti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA