Presentata ad Alicante la Vuelta 2019: si parirà da Salins de Torreveja

Presentata ad Alicante la Vuelta 2019: si parirà da Salins de Torreveja
di Francesca Monzone
2 Minuti di Lettura
Mercoledì 19 Dicembre 2018, 23:33

Presentata l’edizione numero 74 della Vuelta di Spagna che partirà il 24 agosto da Salinas de Torrevieja e si concluderà, come sempre, a Madrid il 15 settembre dopo 3.272 chilometri di gara. Ci saranno sei tappe per velocisti, otto frazioni di montagna, due tappe a cronometro, 5 di media montagna e nessuna frazione con percorso superiore ai 200 chilometri. Si inizierà con una cronometro individuale di 18 chilometri  nelle saline di Torrevieja e il finale sarà tra la Sierra de Guadarrama e de Gredos, ad un passo da Madrid.
Il primo giorno di riposo ci sarà dopo la nona tappa, nella frazione da Andorra la Vella a Cortals d'Encamp dopo 96 chilometri di corsa dura, con i corridori che dovranno fare i conti con le asperità di Ordino, Gallina, Comella, Cortals d'Encamp e Engolasters.
Il secondo giorno di riposo arriverà invece dopo la sedicesima frazione, l’ultima nelle Asturie con i suoi 155 chilometri da Pravia a l'inedito La Cubilla con un altro arrivo in salita. Da qui si arriverà sulla costa della Cantabria per dirigersi verso Madrid. 
Sarà un percorso innovativo ma come sempre legato alla tradizione, dove a vincere potrebbe essere uno scalatore. Negli ultimi anni i vincitori sono stati: Simon Yates, Chris Froome, Nairo Quintana, Fabio Aru, Alberto Contador, Chris Horner, Juanjo Cobo e Vincenzo Nibali. Tutti corridori straordinari che con la maglia rossa sulle spalle sono saliti sul palco di Madrid. 
Il primo punto importante del percorso, dove si potrebbero capire tante cose, sarà nella quinta frazione nella provincia di Teruel, presso l'Osservatorio Astrofisico di Javalambre, una vetta che sarà raggiunta dopo 12 chilometri di salita con pendenza media del  7%. 
La frazione numero nove con arrivo ad Andorra vedrà, dopo il suo traguardo, una classifica generale già definita e dopo il riposo si ripartirà con la decima frazione, la cronometro di Pau in Francia, che potrebbe anche ribaltare il podio.
Dopo Paesi Baschi e Francia arriveranno  le montagne delle Asturie con l'Acebo e La Cubilla, senza dimenticare  Marubio e Cobertoria che faranno una selezione importante.
Guadalajara nella diciassettesima tappa sarà  per  velocisti, mentre il giorno dopo si tornerà a salire tra Colmenar e Madrid Becerril, con Navacerrada, Morcuera con i suoi due versanti  prima della discesa fino al traguardo. Nella frazione numero 19 sempre per velocisti, il muro di Ávila vedrà la carovana trasferirsi a Toledo.
L’ultima occasione per vincere la corsa sarà  la frazione numero 20, con i suoi  189 chilometri da Arenas de San Pedro a Plataforma de Gredos, prima della passerella finale a Madrid. 
 Le tappe 

© RIPRODUZIONE RISERVATA