Pozzato ricoverato per Covid: «Dovevo vaccinarmi prima, mi sentivo forte e ora sono attaccato all'ossigeno»

Il ciclista da tre giorni si trova all'ospedale San Bortolo di Vicenza nel reparto di pneumologia. Aveva rimandato la dose

Pozzato ricoverato per Covid: «Dovevo vaccinarmi prima, mi sentivo forte. Sono un cogl...e»
di Carlo Gugliotta
3 Minuti di Lettura
Sabato 6 Novembre 2021, 08:57 - Ultimo aggiornamento: 7 Novembre, 10:16

Ha organizzato tre corse per professionisti e una da disputare su bici gravel dal 13 al 17 ottobre, ma Filippo Pozzato non è riuscito a godersi il successo delle manifestazioni sportive: il vincitore della Milano-Sanremo 2006, che ha appeso la bici al chiodo alla fine del 2018 per intraprendere la carriera di organizzatore, ha contratto il Covid-19 e da tre giorni è ricoverato all’ospedale San Bortolo di Vicenza, nel reparto di pneumologia. 

Pozzato e il Covid: sto scalando una montagna

In una dichiarazione rilasciata a Tuttobici, il campione d'Italia di ciclismo su strada nel 2009 avrebbe dovuto vaccinarsi il 25 ottobre, ma ha iniziato a stare male tre giorni prima della data della prima dose: «Brividi, febbre, poi la difficoltà di respiro, sempre più forte e insistente: non è uno scherzo! Tre giorni fa il ricovero, qui a Vicenza, dove mi hanno preso in cura come non si potrebbe. Vi garantisco che sto scalando una gran bella montagna, ma non è per nulla piacevole»

 

Il vaccino rimandato: sono un cogl...e

Pozzato si è poi pentito di non aver fatto il vaccino prima: «Perché non mi ero vaccinato prima? Perché mi sono sempre sentito forte, sono stato in mezzo a gente che aveva fatto il Covid e non mi era mai successo niente. Sono stato un cogl...., e mi sono preso una bella batosta. Avevo la febbre a 39 e la saturazione a 83. Sono attaccato all’ossigeno per farmi aprire i bronchi, ma se peggioro mi mettono la maschera. Spero di superare quanto prima questo bruttissimo momento. Ragazzi, non scherzate con il fuoco, io mi sono già bruciato».

© RIPRODUZIONE RISERVATA