Coronavirus: rinviata in serie B, Ascoli-Cremonese. Il patron dei marchigiani: «Paese assurdo, stadio luogo sicuro»

Sabato 22 Febbraio 2020
Coronavirus, Malagò: «Lo sport deve fermarsi nelle zone a rischio»

Anche lo sport è in allarme per il coronavirus. «Sono in contatto con le autorità che hanno la responsabilità, il diritto e dovere di prendere iniziative e precauzioni. Se ci sono autorità governative e rappresentanze locali che faranno ordinanze per la sicurezza dei cittadini, lo sport si deve immediatamente adeguare». Lo ha detto il presidente del Coni, Giovanni Malagò, a margine di Benvenuto Brunello a Montalcino (Siena). «Se c'è una manifestazione dove si verifica uno di questi casi, lì lo sport si deve fermare», ha aggiunto. «Per quanto riguarda le competizioni sportive al momento sono tutte confermate, a meno che non ci siano ordinanze delle autorità che hanno vietato non la competizione sportiva ma tutto quanto», ha poi sottolineato Malagò.

«Stiamo monitorando e man mano prendendo tutti i provvedimenti necessari. Non vogliamo fare allarmismo ma è ovvio che i luoghi di aggregazione sportiva sono tra i posti in cui le difficoltà possono presentarsi maggiormente». Lo dice il ministro per le politiche giovanili e lo sport, Vincenzo Spadafora, a proposito dell'emergenza coronavirus. «Sono in stretto contatto col presidente del Coni Giovanni Malagò, ma anche con i presidenti delle federazioni, e con il presidente del Consiglio. Monitoreremo di volta in volta insieme a chi ha la competenza anche da un punto di vista sanitario, ma non vogliamo creare allarmismo. Faremo quello che è necessario per la tutela di tutti i cittadini», aggiunge Spadafora all'Olimpico prima della sfida Italia-Scozia del Sei Nazioni di rugby.

Calcio e polemiche. Sono 95 il numero delle partite dei campionati dilettanti rinviate in Lombardia per l'emergenza sanitaria legata al Coronavirus. Il Gos ha deciso il rinvio di Ascoli-Cremonese di serie B per mancanza di misure preventive per il coronavirus. Il patron dell'Ascoli Massimo Pulcinelli non è affatto d'accordo. «Paese assurdo. Ridicolo! Gestito da irresponsabili. Lo stadio? Il luogo meno pericoloso al mondo. Ora chiudiamo tutti gli esercizi pubblici per la paura!».
Il comitato regionale della Lega Dilettanti della Lombardia ha infatti fornito un primo aggiornamento rispetto alle iniziali 42 gare di diversi campionati, dall'eccellenza alle juniores femminili fino alle giovanili, rinviate nella giornata di ieri, con il numero delle partite posticipate salito così a 88 sulle 502 in programma. Il comitato regionale nel tardo pomeriggio fornirà un ulteriore aggiornamento.
In realtà c'è un primo stop: rinviata  la gara del campionato Primavera 2 tra Cremonese e Brescia, in programma oggi. Lo ha reso noto la Lega Serie B in una nota. 

Coronavirus, Besiktas smentisce: «Ljajic non è infettato»

Coronavirus, ​Daniel Carrico lascia il Siviglia e a sorpresa va a giocare a Wuhan

Hockey. La Federazione italiana sport a rotelle (Fisr) ha sospeso e rinviato a data da destinarsi le partite di serie A/1, B e giovanili di hockey su pista del 22 febbraio dove sono impegnate formazioni di Lodi. Le partite sono Amatori Wasken Lodi-Forte dei Marmi (Lucca) del campionato di A/1, Roller Lodi-Seregno e Hockey Vercelli-Amatori Lodi di B, le gare giovanili di zona categorie U11, U13 e U15 a Lodi-Cremona. La federazione spiega la decisione con l'evolversi della situazione sanitaria in atto e si riserva di prendere altre decisioni. A seguito di queste comunicazioni della Fisr la squadra di A1 del Forte dei Marmi si appresta ad annullare la trasferta prevista a Lodi.
Volley. «In conseguenza degli ulteriori sviluppi della situazione relativa al coronavirus, con particolare riferimento alla zona del Veneto e della Provincia di Padova, si determina la sospensione anche dei Campionati Nazionali di Serie B Maschile - gironi C, Serie B2 Femminile - gironi D, E, della giornata in programma oggi e domani e che sarà recuperata a data da destinarsi». Lo comunica la Federvolley. la federazione italiana di pallavolo ha deciso la sospensione anche dei campionati di serie B maschile, girone C, e serie B2 femminile, gironi D ed E, della giornata in programma oggi e domani e che sarà recuperata a data da destinarsi.

 

 

Nuoto. Nonostante l'emergenza sanitaria legata al Coronavirus, continua «con normalità» la preparazione della decima edizione del Trofeo Città di Milano, tradizionale evento del nuoto nel capoluogo lombardo in programma nel prossimo weekend. «Il comitato organizzatore del Trofeo Città di Milano porterà avanti con normalità la preparazione del meeting in programma per il prossimo fine settimana (28, 29 febbraio e 1 marzo), seguendo con attenzione e scrupolo le disposizioni prescrittive e cautelative da parte delle Autorità, circa il problema coronavirus»', si legge in una nota. Tra i big, sono attesi la svedese Sarah Sjostrom (3 medaglie olimpiche, 8 ori mondiali e sei record del mondo) oltre agli italiani Simona Quadarella (oro nei 1500 e argento negli 800 ai Mondiali 2019), Gabriele Detti (bronzo nei 400 stile ai Mondiali 2019) e Benedetta Pilato (argento nei 50 rana ai Mondiali 2019).

Ultimo aggiornamento: 18:16 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Zero pubblico, il Bioparco pensa ai fondi

di Marco Pasqua