Coppa del mondo Wengen, Paris secondo nella libera: quinto podio stagionale. «Non me l'aspettavo»

Sabato 18 Gennaio 2020
Primo podio in carriera sulla Lauberhorn di Wengen, pista da lui mai troppo amata, per l'azzurro Dominik Paris, secondo nella discesa libera di oggi per la Coppa del Mondo di sci. L'azzurro ha chiuso in 1.42.82, conquistando il quinto podio stagionale , il 37/o in carriera. La vittoria è andata in 1.42.53 allo svizzero Beat Feuz, 32 anni, terzo successo a Wengen e 13/o in carriera. Terzo il tedesco Thomas Dressen in 1.42.84. Con questo successo Feuz - che negli ultimi due anni ha vinto la coppa di specialità - ha sorpassato Paris e gli ha tolto così il pettorale rosso di leader in questa disciplina: 400 punti contro 384. Per l'Italia in classifica c'è poi Mattia Casse, 13/o in 1.44.07. Decisamente più indietro invece Matteo Marsaglia in 1.44.63, il veterano Peter Fill, 37 anni e 153/a presenza in coppa del mondo, ed Emanuel Buzzi in 1.47.24. Alle fine, nonostante la presenza nelle prove cronometrate, non sentendosi ancora completamente ristabilito, ha deciso invece di non partecipare l'azzurro Christof Innerhofer. Si è' gareggiato non su tutti i 4.270 metri della lunghissima Lauberhorn ma sul tracciato più' corto di una quarantina di secondi , con partenza abbassata al livello di quella della combinata di ieri . Infatti, dopo una nevicata notturna, stamani per ripulire la pista in quota sono intervenuti anche pesanti gatti della neve con il risultato di rovinare il fondo ghiacciato compromettendone la tenuta. Domani a Wengen è in programma lo slalom speciale.

«Più che contento, è la prima volta sul podio qui. Non me lo aspettavo». Dominic Paris commenta così il suo secondo posto nella discesa di Wengen. «La gara è andata bene, sono partito deciso e sulla Kernen-S sono riuscito ad uscire con una buona velocità. Adesso è ancora presto per parlare della coppa, le gare più difficili arrivano ora. Cercherò di continuare così bene in discesa e poi i conti si faranno a fine stagione». L'azzurro attualmente è secondo nella classifica di specialità.
Ultimo aggiornamento: 15:05 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

“Casa mia è piena di gente”. E menomale che si chiama isolamento

di Veronica Cursi