Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Al via le Paralimpiadi, il presidente IPC: «Sono inorridito da questa guerra, noi qui per lanciare un messaggio di pace»

Al via le Paralimpiadi, il presidente IPC: «Sono inorridito da questa guerra, noi qui per lanciare un messaggio di pace»
2 Minuti di Lettura
Venerdì 4 Marzo 2022, 14:59

Sono parole forti quelle utilizzate da Andrew Parsons, presidente del Comitato Paralimpico Internazionale, in apertura del suo discorso per la Cerimonia inaugurale delle Paralimpiadi invernali di Pechino 2022.

«Stasera voglio e devo lanciare un messaggio di pace, sono a capo di una Fondazione per cui l'inclusione è un caposaldo, sono inorridito su quanto sta succedendo nel mondo in questo momento, il XXI secolo è il secolo del dialogo e non dell'odio».



«La tregua olimpica è adottata per consenso da tutta l'assemblea delle Nazioni unite e va rispettata, non violata. L'IPC auspica un mondo più libero dall'odio, dall'ignoranza e dai conflitti. Qui quarantasei paesi si affronteranno ma non uno contro l'altro», prosegue.

«Noi paralimpici - va avanti - sappiamo che un avversario non deve essere un nemico e che uniti possiamo ottenere molto di più. Chiediamo al mondo di unirsi, come fanno gli atleti, perché il mondo deve essere un luogo di condivisione e unione, non di divisione».

Infine il presidente ha concluso il discorso urlando a gran voce: «Pace!».

© RIPRODUZIONE RISERVATA