Olimpiadi 2026, Milano si sfila. Sala a Malagò: «Disponibile solo per gare». Il Coni dà l'ok alla candidatura congiunta

Mercoledì 1 Agosto 2018
6
Nella lettera inviata al presidente del Coni Malagò, Sala precisa le condizioni del capoluogo lombardo nella partita a tre per il 2026. «Qualora la nostra posizione non sia ritenuta accettabile - aggiunge il sindaco di Milano - accoglieremmo di buon grado la decisione del Coni e certamente faremo il tifo per la candidatura italiana», ha concluso.

Nella lettera inviata al presidente del Coni Malagò, Sala precisa le condizioni del capoluogo lombardo nella partita a tre per il 2026. «Qualora la nostra posizione non sia ritenuta accettabile - aggiunge il sindaco di Milano - accoglieremmo di buon grado la decisione del Coni e certamente faremo il tifo per la candidatura italiana», ha concluso.

La Giunta nazionale del Coni ha dato il via libera alla candidatura congiunta di Cortina, Milano e Torino alle Olimpiadi invernali del 2026. I membri di Giunta si sono espressi all'unanimità a favore della soluzione anticipata ieri dal presidente del Coni, Giovanni Malagò. Nel pomeriggio sarà il Consiglio nazionale ad ufficializzare la candidatura con una delibera.

«La delibera del Coni non è un progetto e quindi non è giudicabile. Chiarezza non c'era ieri e chiarezza non c'è nemmeno oggi». Così il sindaco di Milano, Beppe Sala, ha commentato in un tweet la decisione della giunta nazionale del Coni, che ha dato il via libera alla candidatura congiunta di Cortina, Milano e Torino.
Ultimo aggiornamento: 16:12 © RIPRODUZIONE RISERVATA