Ledecky sta male, rinuncia ai 1500: Quadarella, chance d'oro

Martedì 23 Luglio 2019 di Piero Mei
Katie Ledecky
Ora è ufficiale, alle 5 della notte italiana: Katie Ledecky non farà neppure i 1500 della sera. Gli americani sperano con questa ulteriore rinuncia della campionessa mondiale che ha 9 delle 10 migliori prestazioni di sempre sulla distanza, di recuperarla in tempo per la gara degli 800 metri di venerdì, finale sabato. Greg Meehan, capo allenatore della squadra femminile americana e coach della Ledecky alla Stanford University, ha dichiarato al New York Times: «E’ durissima (brutal l’aggettivo usato dal coach, ndr) per lei non gareggiare, E’ un tale competitore  che vorrebbe essere lì. Potessimo riaverla a un certo punto del mondiale, sarebbe lo scenario giusto».

Mondiali, Quadarella in finale: nei 1500 con il secondo tempo

La diagnosi sul male di Katie non è stata divulgata dai dottori; la Ledecky non vuole che si pensi a una scusa per la sua sconfitta nei 400 stile libero, pure nuotati sotto i  4 minuti, e sua prima sconfitta in “acque internazionali” nella distanza. Pare abbia sofferto, fin dall’arrivo in Corea, di dolori alla schiena. Il suo posto in finale, corsia 8, è stato preso dalla spagnola Mireia Belmonte. Simona Quadarella, che aveva il secondo tempo, passa alla corsia del miglior tempo, la numero 4.

Viene chiesto a Paltrinieri cosa pensa che passi per la testa della Quadarella e che consigli può darle, lui che ha vissuto qualcosa di simile a Kazan? «Beh, fu molto diverso; io della rinuncia di Sun Yang mi accorsi in camera di chiamata e l’ufficialità la ebbi con la corsia vuota a fianco a me. Simona lo sa da molto prima: deve solo stare tranquilla, più di prima, perché l’assenza della Ledecky accenderà le speranze d’oro di tutte quante e tutte si daranno da fare per sfruttare al meglio l’occasione inaspettata. La gara può diventare ancora più dura». Ultimo aggiornamento: 30 Luglio, 19:00 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Gli straordinari delle maestre con gli stracci per pulire l’aula

di Pietro Piovani

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma