Mondiali Cortina, domani il via con i due SuperG. Da Brignone-Bassino a Paris: le speranze azzurre di medaglia

Mondiali Cortina, domani finalmente il via con i due SuperG. Da Brignone-Bassino a Paris: le speranze azzurre di medaglia
3 Minuti di Lettura
Mercoledì 10 Febbraio 2021, 15:32 - Ultimo aggiornamento: 15:43

I più scaramantici faranno gli scongiuri del caso. Ma domani sembra essere davvero il giorno in cui cominceranno i Mondiali di Cortina. Dopo il maltempo che ha fatto rinviare le prime tre giornate di gare, domani previsto sole (oltre che freddo, che favorirà il fondo della Olympia delle Tofane e della Vertigine) e si assegneranno finalmente le prime medaglie. Spazio alle due gare di SuperG, prima quello delle donne alle 10.45 e poi quello degli uomini alle 13. 

SuperG donne, Gut-Behrami favorita. Bassino e Brignone le speranze azzurre

Chi dovrà difendere il titolo sarà la supercampionessa statunitense Mikaela Shiffrin, già cinque volte medaglia d'oro e due volte oro olimpico. Dovrà vedersela soprattutto con la svizzera Lara Gut-Behrami, reduce da ben quattro vittorie in serie in superG e che punta l'oro mondiale, l'unica medaglia a mancargli in bacheca, e l'altra elvetica Corinne Suter. Le due italiane di punta e speranze di medaglia sono Marta Bassino e Federica Brignone.

 

«Questa vigilia di pausa è servita a ricaricarmi e riconcentrarmi per il superG. Le giornate senza gare sono state comunque toste, soprattutto quando ero pronta a scendere con il pettorale 1 ma la nebbia, rinvio dopo rinvio, ha fatto saltare tutto», ha detto Marta Bassino. Non meno fiduciosa è Federica Brignone: «Lo sci è così, quel che è successo è stato stressante, ma bisogna adattarsi .Domani sarà bello e farà freddo: ci saranno condizioni eguali per tutte ed è questo quel che conta» Con loro per l'Italia ci saranno poi in gara Elena Curtoni e Francesca Marsaglia. 

SuperG uomini, Paris difende il titolo: «Devo dare tutto in quel minuto e mezzo»

Nel superG uomini l'azzurro Dominik Paris difenderà il titolo conquistato due anni fa ad Aare. «È una pista su non abbiamo mai sciato a parte il campionato italiano del 2019. Sarà tutto un po' nuovo - ha detto Paris alla vigilia - ma in queste condizioni di solito i più esperti riescono a capire meglio dove non si deve sbagliare. L'importante è farsi trovare concentrati al momento della partenza e poi dare tutto nel minuto e mezzo di gara. Questo sport e fatto così ed è bello per questo».

Mondiali, SuperG donne cancellato e domani niente combinata. Ecco il nuovo calendario

Con lui l'altro azzurro di punta sarà Christof Innerhofer, oro iridato nel 2011: «Sono tranquillo, ho approfittato di questa pausa forzata per riposare un po' e per fare un po' di atletica. Ultimamente sto sciando bene e quindi sono fiducioso nei miei mezzi. Mi auguro che questa volta si riesca a partire e che la gara sia regolare per tutti. Ci sono tanti atleti che possono far bene e io, come al solito, sarò in attacco». I rivali saranno soprattutto gli austriaci, espertissimi in questa disciplina: Vincent Kriechmayr e Matthias Mayer. Ma possono essere pericolosi anche il norvegese Aleksander Kilde e lo svizzero Marco Odermattl. In pista per l'Italia ci saranno anche Mattia Casse, Emanuele Buzzi e Matteo Marsaglia. 

Mondiali Cortina 2021, partenza in salita: piste sepolte dalla neve

© RIPRODUZIONE RISERVATA