La AX Milano passa a Cremona. Reggio Emilia accede alla Coppa Italia

Martedì 19 Gennaio 2021 di Marino Petrelli
La AX Milano passa a Cremona. Reggio Emilia accede alla Coppa Italia

L’Olimpia Milano passa a Cremona 81-83 nel recupero della partita non giocata per il blocco a Madrid causa neve e così facendo estromette la stessa Vanoli dal tabellone della Coppa Italia, garantendo il settimo posto a Trieste e l’ottavo a Reggio Emilia che giocherà proprio contro la AX. Saranno pertanto inutili i recuperi da effettuare, entrambi con Varese in campo contro Trieste e Brindisi. 

Il tabellone vedrà nella parte alta Milano, testa di serie numero uno, contro Reggio Emilia numero otto e la super sfida tra Virtus Bologna e Umana Venezia, quarta contro quinta. Dall’altra parte, sarà Happy Casa Brindisi (numero due) contro Trieste (7) e Banco Sardegna Sassari (3) contro la Carpegna Prosciutto Pesaro arrivata sesta al girone di andata. Si giocherà al Forum di Assago dall’11 al 14 febbraio, a porte chiuse. 

LA PARTITA

L’Olimpia gioca una partita senza grandi squilli e lascia a risposo Micov, Rodriguez e Hines. Dopo sei minuti di equilibrio, il primo quarto è 18-24, al riposo lungo è 35-44. Cremona ha basse percentuali da tre, sprofonda 49-59, ma ha il merito di rientrare: al 30esimo è 57-62. Un ispirato Tarczewski (alla fine 14 punti e 12 rimbalzi) suona la carica, Milano vola sul 61-72 al 3eesimo. Sembra finita, ma Poeta si carica Cremona sulle spalle, segna da ogni angolo e regala due assist per due schiacciate volanti di Lee. In tre minuti il parziale è 15-0 per il 76-72. Lo stesso Poeta (12 punti) ha un facile appoggio per il +6, ma lo sbaglia e dall’altra parte Datome (alla fine 14 per lui) e Punter (15) rimettono le cose a posto.

Sull’81-83, Cremona ha l’ultimo tiro, ma la tripla di Hommes (22 punti, ma appena 4/13 da tre) si spegne sul ferro. L'Olimpia festeggia la tredicesima vittoria del girone di andata su quattordici partite, unica sconfitta quella contro Brindisi. Cremona si mangia le mani. Comunque applausi per la Vanoli che a metà luglio era data per spacciata a giocare in A2 e invece ha costruito una squadra che oggi se la gioca contro tutti in campionato. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA