Larissa Iapichino: «I paragoni con mamma finiranno quando avrò più medaglie di lei»

Giovedì 4 Marzo 2021
Larissa Iapichino: «I paragoni con mamma finiranno quando avrò più medaglie di lei»

Fare meglio di mamma mai come nel suo caso sarà impresa ardua. Larissa Iapichino per raggiungere la madre Fiona May dovrà vincere almeno due argenti olimpici, quattro medaglie mondiali e un oro agli Europei indoor. «I paragoni con lei penso che smetteranno di farli solo quando supererò il numero di medaglie che ha vinto lei», ha ammesso candidamente dalla Polonia durante la videoconferenza di presentazione degli Euroindoor di atletica leggera che scattano oggi a Torum. 

«Si è parlato tanto di me, però io mi sento la stessa di prima, in tante cose sono ancor bambina, ho solo 18 anni, e sono qui per fare esperienza. L'essere la primatista mondiale stagionale non conta perché in gare come queste prevale l'esperienza, e poi questo è l'anno olimpico, quindi particolare».

Domani l'esordio in nazionale. «È fantastico, e ora voglio divertirmi - dice -, godermi questa esperienza e, saltando, andare il più lontano possibile». Rifiuta il ruolo di favorita ma teme qualche rivale in particolare? «Non guardo mai le start list - risponde Larissa -. Però oggi all'antidoping ho incrociato la campionessa del mondo, la tedesca Mihambo, e per me sarà un onore affrontarla. Se mi ha detto qualcosa? Mi ha chiesto come stavo».

Atletica, Larissa fa un salto nella storia ed eguaglia mamma Fiona: record mondiale indoor under 20 con 6,91

Lei e Gianmarco Tamberi (che sarà il primo a scendere in pedana, giovedì 4 alle ore 19, per le qualificazioni del salto in alto) sono le punte di diamante della squadra azzurra che puntarno a far meglio dell'oro (conquistato da Tamberi) e del bronzo (della 4×400 femminile) ottenuti a Glasgow 2019.

Ultimo aggiornamento: 15:54 © RIPRODUZIONE RISERVATA