La finale è Conegliano-Novara
Egonu batte Ortolani al tiebreak

La finale è Conegliano-Novara Egonu batte Ortolani al tiebreak
di Vanni Zagnoli
2 Minuti di Lettura
Sabato 17 Febbraio 2018, 22:55

Il meglio del volley femminile è a Bologna, al PalaDozza, e la final 4 di coppa Italia regge il passo delle emozioni della final 8 di basket. Da Firenze al tempio della Fortitudo (ora anche della Virtus) c’è un filo rosso di emozioni, ma il pronostico è onorato in pieno e vanno in finale le più attese, Conegliano-Novara, ovvero le vicecampionesse d’Europa e le tricolori, con la presidentessa suora Giovanna Saporiti a bordo campo. L’opposizione brianzola è peraltro formidabile. L’Imoco supera per 3-0 Busto Arsizio ma con grande fatica, per 25-16, 27-25 e 30-28. 

Gli spettatori sono oltre 3500, grazie al lavoro di promozione fatto da anni da Mastergroup sport, fra i commentatori speciali ci sono Andrea Zorzi e Consuelo Mangifesta. Le pantere di Daniele Santarelli inseguono a lungo, risalgono 20-23 del secondo set e dal 17-22 nel terzo, annullando una manciata di set point alle farfalle di Marco Mencarelli, l’ex ct azzurro, durato solo un Europeo, con la nazionale maggiore, ma straordinario con le giovanili. Le gialloblù trevigiane sono campionesse in carica, mentre le bustocche non vanno oltre la semifinale per la quarta occasione di fila. 
Alle campionesse d’Italia serve il tiebreak per domare Monza, l’unica società presente in A1 anche fra i maschi, dove peraltro è solo terzultima. Finisce 3-2: 27-25, 27-29, 20-25, 25-19 e 15-13.
IGOR GORGONZOLA NOVARA: Piccinini 4, Gibbemeyer 7, Skorupa 1, Plak 20, Chirichella 17, Egonu 35, Sansonna (L), Zannoni, Vasilantonaki, Bonifacio, Enright. Non entrate: Camera. All. Barbolini.
SAUGELLA MONZA: Hancock 4, Havelkova 16, Devetag, Ortolani 28, Begic 18, Dixon 10, Arcangeli (L), Candi 7, Orthmann, Loda. Non entrate: Rastelli, Balboni, Bonvicini. All. Pedullà.
Qui balza all’occhio la sfida stellare fra opposti, fra Paola Egonu e Serena Ortolani, 35 punti contro 28, cifre impressionanti. Grandi bottini anche per Plak e per la capitana Chirichella, nel quinto set esce la capacità di Massimo Barbolini di gestire i finali, l’ex ct dà tranquillità e così Novara con pazienza avanza e gestisce. Monza prolunga con un ace, non riesce a murare Egonu sulla palla match.
Il primo parziale è chiuso da Plak dopo due salvataggi straordinari di Sansonna. Nel 2° il Vero chiude al quinto set point dopo averne annullato uno. La squadra di Pedullà rende spettacolare la difesa, Ortolani azzecca 9 punti nel terzo parziale e Monza va sull’1-2 senza rischi. Servono Celeste Plak e Paola Egonu per approfittare del calo biancorosso.
Sugli spalti il tifo per Conegliano è soverchiante, Monza avendo solo 40 spettatori è rafforzata dai tamburi trevigiani. 
Domani dalle 20,30, sarà spettacolo, su Raisport

Il tabellino. 
CONEGLIANO: Wolosz 1, Bricio 14, Danesi 5, Fabris 19, Hill 20, Melandri 4, De Gennaro (L), De Kruijf 3, Nicoletti 2, Cella, Bechis. Non entrate: Lee, Folie, Fiori. All. Santarelli. 
UNET E-WORK BUSTO: Bartsch 17, Berti, Diouf 21, Gennari 9, Stufi 1, Orro 1, Spirito (L), Botezat 2, Wilhite, Negretti. Non entrate: Dall'Igna, Chausheva, Piani. All. Mencarelli.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA