L'ucraina Sofiya Yaremchuk si concede il bis nella "Best Woman" di Fiumicino

Domenica 1 Dicembre 2019 di Umberto Serenelli
La partenza degli oltre 2mila runner alla

Sofiya Yaremchuk è la “Best Woman 2019”. L’ucraina conquista il primo posto nel tradizionale appuntamento per gli appassionati della corsa e si concede il bis eguagliando il suo personale con un 00:32:45. Nella categoria maschile, della classica 10 chilometri di Fiumicino, prevale invece il ruandese Jean Baptiste Simukeka (G.S. Orecchiella Garfagnana) che ha vinto con 00:30:20. Organizzata dall’Atletica Villa Guglielmi, la corsa al femminile ha visto partecipare 2.008 i runner, 535 dei quali donne che hanno trasformato l’evento tirrenico in corsa a livello nazionale con la più numerosa partecipazione delle quote rosa. «E‘ una gara veramente bella e credo sia la più veloce del panorama romano – precisa Yaremchuk, dopo aver esultato per la sua vittoria – sono felicissima anche perché oggi ho realizzato il mio personal best. Questa corsa mi piace in quanto il percorso pianeggiante ti consente di andare veloce. Dedico questa mia vittoria alle donne». Alle spalle dell’ucraina (Acsi Italia Atletica) Costanza Marinetti dell'Atletica Arcs Cus Perugia, in 00:34:48, e terza Raimonda Nieddu dell'Asd Cagliari Atletica Lecce.
 
IN CAMPO MASCHILE PREVALE UN RUANDESE
 
In campo maschile successo per il ruandese Jean Baptiste Simukeka del G.S. Orecchiella Garfagnana che ha vinto 00:30:20. Secondo invece si è classificato il keniota Gideon Kiplagat Kurgat (Italia Marathon Club) con 00:30:24 e terzo l’eritreo Freedom Amaniel del Forum Sport Center in 0:30:35. Tra i runner delle società di Fiumicino è giunto primo al traguardo, per la categoria maschile, Emiliano Nerli Ballati. «Posso ritenermi più che soddisfatto del tempo – ha commentato il giovane dell’Atletica Villa Guglielmi – è una soddisfazione essere il più veloce di Fiumicino proprio nel giorno in cui questo evento festeggia il trentennale». Luca Scaramucci è invece arrivato primo tra i runner dell’Ascd Isola Sacra. La regina di Fiumicino è stata Cecilia Flori, ottima testa di serie della società Villa Guglielmi, mentre Bruna D’Angelo ha tenuto alti i colori dell’Isola Sacra. A incoronare la regina è stata Laura Fogli, ex maratoneta, e vincitrice della prima edizione della Best Woman nel 1990. Tra le società ha vinto la Podistica Solidarietà con ben 199 atleti partecipanti. A tutti i runners è stata donata la particolare medaglia realizzata grazie ad un concorso nelle scuole di Fiumicino, raffigurante da un lato un iconico disegno della Best Woman e dall’altro il grande porto di Traiano, simbolo della città di Fiumicino.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Sturni, Stefàno e Frongia: la corsa nel M5S che verrà

di Simone Canettieri

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma