Il Covid scuote la Gand-Wevelgem: non partono Trek-Segafredo e Bora-hansgrohe

Credit photo Getty Sport
di Carlo Gugliotta
2 Minuti di Lettura

Il Covid-19 irrompe nella Campagna del Nord: alla vigilia della Gand-Wevelgem, manifestazione che ormai da diversi anni non è più semplicemente una gara di preparazione al Giro delle Fiandre, ma una vera e propria classica, sono state riscontrate due positività al coronavirus all'interno della Trek-Segafredo, la squadra che avrebbe dovuto schierare al via l'ex campione del mondo Mads Pedersen e Jasper Stuyven, vincitore della Milano-Sanremo. Non è chiaro quali siano i corridori risultati positivi ai tamponi, ma la squadra si è dovuta mettere in isolamento e sottoporsi nuovamente ai test PCR per valutare se possono esserci nuove positività all'interno del team. 

La doppia positività in casa Trek-Segafredo si aggiunge a quella della di Matthew Walls, corridore della Bora-hansgrohe, risultato positivo al Covid venerdì mattina, poco prima della partenza per la E3 Saxo Bank Classic.La squadra tedesca, che si è presentata in Belgio senza Peter Sagan, vincitore ieri in Catalogna, non ha preso parte alla gara di venerdì e non può gareggiare nemmeno oggi, nonostante il corridore sia stato messo in isolamento e il resto del team sia risultato negativo ai tamponi. 

La scelta di non far partire la Bora-hansgrohe è stata presa da Flanders Classics, comitato organizzatore della corsa, come ha spiegato alla stampa belga il CEO Tomas Van Den Spiegel: "la Bora-hansgrohe sperava di prendere parte alla gara perché considerava irragionevole mettere in quarantena diciassette persone, ma se il medico di gara ha preso questa decisione, noi organizzatori non possiamo di certo annullarla. Ciò metterebbe a repentaglio l'intero sistema delle bolle". E tra una settimana esatta c'è il Giro delle Fiandre: quanti corridori potranno partecipare?

Domenica 28 Marzo 2021, 13:13
© RIPRODUZIONE RISERVATA