Il Campobasso arriva nel golfo
240 optimist da tutto il mondo

la regata
di Gianluca Agata
3 Minuti di Lettura
Giovedì 16 Dicembre 2021, 15:31

Torna il Trofeo Marcello Campobasso di vela. Dopo un anno di stop imposto dalla pandemia, il Reale Yacht Club Canottieri Savoia apre le porte ai giovanissimi skipper della classe Optimist, che saranno impegnati nel Golfo di Napoli dal 4 al 6 gennaio prossimi. È l’edizione numero 28 della regata velica internazionale voluta dalla Federazione Italiana Vela, che ne affida sin dalla prima edizione l’organizzazione al Circolo napoletano di Santa Lucia.

“Siamo felici di accogliere nuovamente, nella nostra banchina, lo spettacolo degli Optimist provenienti da tutto il mondo”, ha detto il presidente del Circolo Savoia, Fabrizio Cattaneo della Volta, presentando la manifestazione. “Lo faremo con entusiasmo e cautela, stando attenti a far rispettare tutte le indicazioni previste dal protocollo federale anti Covid”. Alla conferenza stampa sono intervenuti anche il Capitano di Vascello Aniello Cuciniello, comandante del Quartier Generale di Napoli; Antonietta De Falco, consigliere nazionale FIV; Enrico Deuringer, vicepresidente del Comitato V Zona FIV; Enrico Milano e Nello Oliviero, vicepresidente sportivo e consigliere alla Vela del Circolo Savoia; Francesco Coraggio, primo membro del Comitato di regata. 

Saranno 240 i giovani velisti al via, provenienti da 10 nazioni: oltre all’Italia arriveranno velisti da Cipro, Croazia, Finlandia, Israele, Repubblica Ceca, Slovacchia, Svezia, Thailandia e Turchia. Hanno tutti tra i 9 ed i 15 anni e regatano nella classe Optimist. Si contenderanno il Trofeo Campobasso, che nell’Albo d’Oro annovera i nomi di alcuni grandi velisti. Tra questi, gli ultimi due vincitori: Marco Gradoni (2018-2019) e Zeno Valerio Marchesini (2020).

Al Trofeo Campobasso, sin dalle prime edizioni, si affianca il Trofeo Unicef, da destinare al vincitore della Divisione B, i più giovani fra i giovani (9-10 anni). La Coppa Branko Stancic, riservata al concorrente che viene da più lontano, e che ricorda il Giudice di Regata Internazionale, dirigente della vela croata, che sin dalle prime edizioni, fino alla sua scomparsa, ha condotto la Giuria. Le Targhe Irene Campobasso e Laura Rolandi, destinate al ricordo di due indimenticabili figure femminili. La Targa Campobasso andrà alla prima classificata femminile; la Targa Rolandi, al circolo italiano che abbia conseguito il miglior punteggio totale di squadra.

Il programma prevede l’apertura con la Cerimonia dell’Alzabandiera alla presenza dei vertici della Marina Militare, martedì 4 gennaio. Quindi regate per tre giorni.

Tra le novità, il nuovo logo della manifestazione: rappresenta due vele “spinte” da uno sbuffo di vento di cinque colori differenti, che richiama il simbolo olimpico e vuole lanciare un messaggio di amicizia, unione e solidarietà.

La manifestazione è organizzata in collaborazione Marina Militare Italiana, Associazione Italiana Classe Optimist e V Zona FIV. Ha ricevuto il Patrocinio di Regione Campania, Comune di Napoli e Coni Campania. Main sponsor dell’edizione 2022 sono Ala, storico fornitore dell’industria aerospaziale e aeronautica, che si “tuffa” nella vela, uno sport che incarna valori fondamentali per il gruppo, come sostenibilità, lavoro di gruppo e legame col territorio; Fondazione Banco di Napoli, ente no profit che persegue fini di interesse sociale e di promozione dello sviluppo economico e culturale prevalentemente nelle regioni meridionali. Official sponsor sono, infine: Ferrarelle, Fondazione Cultura&Innovazione, Orange Sails, Sea Office e Zoomiguana.

© RIPRODUZIONE RISERVATA