Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

I progetti di Sport e Salute in Basilicata: 30 mila persone coinvolte. Cozzoli a Matera: «Lo sport sia diritto di tutti e dappertutto»

I progetti di Sport e Salute in Basilicata: 30 mila persone coinvolte. Cozzoli a Matera: «Lo sport sia diritto di tutti e dappertutto»
2 Minuti di Lettura
Sabato 19 Marzo 2022, 16:29 - Ultimo aggiornamento: 16:30

I progetti di Sport e Salute Scuola, Quartieri e Inclusione in Basilicata avvicinano allo sport quasi 30 mila persone: 26.400 bambini delle elementari, 2000 persone della Prince Fitness Potenza, 400 della Hermana Studio Sport Potenza, 150 della New Libellula di Irsina e 1140 della Apd Virtus Matera. 
Proprio nella palestra della Virtus, nel quartiere Lanera, c’è stata stamattina una festa dello sport con centinaia di bambini e un animatore speciale: Luigi Mastrangelo, campione di pallavolo e Legend di Sport e Salute. «Stiamo seminando e i frutti arrivano – ha detto il presidente di Sport e Salute Vito Cozzoli davanti ai ragazzi e alle famiglie -. Le risorse per l’attività fisica ci sono ma vanno abbinate alle idee. Qui abbiamo una testimonianza di come queste due cose possono marciare insieme. Spingiamo progetti importanti, compreso quello di Sport nei parchi, e vogliamo che lo sport cresca, che fioriscano i suoi valori sociali, educativi e formativi e che sia veramente un diritto fruito da tutti e in ogni luogo d’Italia». 
La vicesindaca di Matera Rosa Nicoletti ha ricordato l’effetto di rigenerazione urbana che avrà l’intervento di Sport e Salute: «Sarà riqualificato anche il campo all’aperto accanto alla palestra. Sarà un altro presidio educativo per i giovani di Matera». 
La visita della delegazione di Sport e Salute è proseguita al Villaggio del Fanciullo dei Padri Rogazionisti, gemellato con la Virtus. L’intervento della Società, in questa sede, punta a un traguardo inclusivo, con la partecipazione di tanti ragazzi con disabilità.

© RIPRODUZIONE RISERVATA