GP di Lugano successo di Ulissi, Qujnto Nibali e ottima prova di Aru. Al Delfinato vince Boasson Hagen

Domenica 9 Giugno 2019 di Francesca Monzone

Diego Ulissi torna alla vittoria, conquistando il GP città di Lugano in Svizzera. Il toscano della UAE, che da anni vive nel Canton Ticino, in una volata ristretta è riuscito ad avere la meglio sui suoi avversari chiudendo davanti al compagno di squadra Alexandr Riabushenko e Matej Mohoric della Bahrein-Merida. Vincenzo Nibali ha chiuso al quinto posto. Ottimo rientro alle corse per Fabio Aru che rimasto sempre nel gruppo dei migliori, ha tagliato il traguardo in dodicesima posizione. Per lui adesso c’è la possibilità di indossare i gradi di capitano al Tour o alla Vuelta. “Sono molto contento sia per i risultati centrati dalla squadra, sia per la mia prestazione - ha detto Aru al termine della corsa - Con numerosi corridori in gara usciti dal Giro d'Italia, il ritmo è stato elevato e la gara tirata, ma mi sono sentito a mio agio e mi sono difeso bene. Ora valuterò quale potrà essere il passo agonistico successivo”.
Domani la squadra deciderà il da farsi ma sono ottimisti, perché le sensazioni in corsa per il sardo sono state positive e il risultato nel complesso soddisfacente. Aru prima della gara ha avuto anche la possibilità di parlare con Vincenzo Nibali. “Con Nibali ho un ottimo rapporto, quando ci incontriamo parliamo anche di argomenti extra-ciclistici, come oggi: mi ha chiesto come va la gravidanza della mia compagna". Il cavaliere dei Quattro Mori potrebbe prendere parte al prossimo Tour di Slovenia o al Tour di Svizzera e poi scegliere per la Francia o la Spagna. 
La corsa di oggi ha avuto un ritmo molto elevato nel circuito svizzero di Lugano. Il gruppetto composto da Diego Ulissi (UAE Emirates), Alexandr Riabushenko (UAE Emirates), Matej Mohoric (Bahrain Merida), Patrick Schelling (Vorarlberg-Santic), Vincenzo Nibali (Bahrain Merida) e Giovanni Carboni (Bardiani CSF), è riuscito a staccarsi e a decidere il finale. Ulissi si è dimostrato da subito superiore rispetto agli avversari, riuscendo  a prevale sugli altri. Il 2019 è un anno positivo per il toscano, che dopo il terzo posto alla Freccia Vallone e nella frazione Frascati-Orbetello, al Giro d’Italia, è riuscito a cogliere  la prima vittoria stagionale. 
“Finalmente sono riuscito a vincere il Gp Lugano, dopo aver sfiorato il successo in passato: da quando abito a Lugano, questa è diventata la gara di casa, così questa vittoria assume un sapore particolare – ha spiegato Ulissi – La nostra squadra è stata perfetta.
Sono contento di aver sfruttato al meglio la mia condizione: sto bene, ho terminato il Giro in buona forma e ho potuto correre al meglio”.
Al Via oggi anche il Criterium del Delfinato, corsa di avvicinamento al Tour de France. La prima frazione di 142 chilometri da Aurillac a Jussac, è stata vinta da Edvald Boasson Hagen (Dimension-Data), davanti a Philippe Gilbert (Deceuninck-Quick Step) e Wout Van Aert (Jumbo-Visma). Ottimo sesto posto di Sonny Colbrelli (Bahrein-Merida), primo italiano a tagliare il traguardo. Boasson Hagen indossa ora anche la maglia di leader della corsa. 
Domani la seconda frazione di 180 chilometri da Mauriac a Craponne sur Arzon, sarà particolarmente mossa e per questo interessante. 
  © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Under 15, l’approccio in disco benedetto dal like dell’amica

di Raffaella Troili

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma