Boxe, a Tbilisi agli Europei schoolboy-girl gli azzurrini si aggiudicano 4 ori, 1 argento e 4 bronzi

Lunedì 12 Agosto 2019
Boxe, agli Europei di Tbilisi schoolboy-girl gli azzurrini si aggiudicano 4 ori, 1 argento e 4 bronzi
L'Italia della boxe non sfigura, e anzi, a Tbilisi, negli europei schoolboy-girl, sale ben nove volte sul podio: 4 ori, 1 argento e 4 bronzi. Nel Volleyball Palasport della capitale della Georgia sono riusciti ad affermarsi in finale, conquistando l'oro, per le donne, Valentina Marra (60 Kg), Maria Sannino (51 Kg), Luisa Acconcia (57 kg); per gli uomini, è salito sul gradino più alto Tiziano Guglielman (62 chili). Argento a Davide Fiore (59 Kg) - sconfitto dal britannico Connors -, bronzo ai pugili Danilo Mastrorillo (56 kg) e, per le donne, Ferraris (42 Kg), Lambo (46 Kg), Broccio (38 Kg). 

Disputati per la prima volta in Georgia, giunti alla 17esima edizione per il settore maschile, alla seconda per il femminile, hanno visto scendere in campo 30 nazioni (record di iscrizioni). In Russia si sono disputate cinque edizioni (2005, 2009, 2011, 2012, 2015), due in Ungheria (2004, 2014), due in Bulgaria (2010, 2018), una ciascuna in Italia (2003), Ucraina (2006), Inghilterra (2007), Serbia (2008), Irlanda (2013), Croazia (2016), Romania (2017) e Georgia (2019). A questi europei hanno preso parte atleti nati nel 2005 e 2006 (13-14 anni): si è combattuto sui 3 round di 1’30”. Il via lo scorso 5 agosto, con la conclusione ieri, con le finali. 



«Sannino - queste le parole di Coach Calabrese - ha vinto per manifesta superiorita, stradominando l'irlandese durante tutti e tre i round. Straordinaria l'impresa di Acconcia, che ha battuto meritatamente un'avversaria decisamente forte». «Molto rammarico - queste le dichiarzioni di Coach Stifani - perchè avrebbe potuto e forse dovuto essere oro per il nostro Fiore, che ha fatto un gran match».



In crescita. Tra le promesse in forte ascesa c'è la Sannino, in particolare, originaria di Marcianise (CE), tesserata per la Sezione Giovanile del Centro Sportivo Carabinieri – Napoli comandata dal Maresciallo Capo Giovanni Scalas. Allieva del tecnico Riccardo D’Andrea, ha superato nei quarti di finale l’ungherese Csorba e nella durissima semifinale contro l’ucraina KramarenKo ha trionfato contro l’avversaria più temibile dell’est Europa. Il suo capolavoro è arrivato in finale sconfiggendo l’irlandese McGover ed aggiudicarsi il titolo continentale. Un grande successo per l’Arma dei Carabinieri che vede nascere nel proprio “vivaio” una promessa del pugilato proiettata su scala mondiale. La Sannino si allena a Napoli presso la caserma Caretto sede del 10° Reggimento Carabinieri Campania già centro federale delle WSB e presso la struttura sportiva polifunzionale della Great Gym Active di Marcianise (CE). Ultimo aggiornamento: 25 Agosto, 20:53 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Nel bagno delle donne il messaggio che gli uomini non scriverebbero mai

di Pietro Piovani

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma