Doping, anche Fuglsang e Lutsenko nel programma di Ferrari. I nomi dei corridori Astana in un rapporto CADF

Domenica 2 Febbraio 2020 di Francesca Monzone
L'ombra nera del doping scende nuovamente sul ciclismo e ancora una volta è il famoso medico Ferrari ad essere coinvolto e a portare con se’ nomi importanti. La notizia pubblicata questa sera dal portale sportivo belga Wielerflits e già divulgata dai media danesi e norvegesi, parla dell’Astana e di Jakob Fuglsang e Alexey Lutsenko. Nello specifico si parla di rapporto tra i due uomini Astana e Ferrari, basandosi sui dati contenuti rapporto segreto dell'organizzazione anti-doping CADF. Michele Ferrari noto per i casi di doping legati ad Armstrong, nonostante la sospensione da parte della l'agenzia antidoping degli Stati Uniti (USADA), avrebbe continuato ad avere rapporti con il mondo del ciclismo.  Da quanto pubblicato da Wielerflits sia Fuglsang, vincitore dell’ultima Liegi-Bastogne-Liegi e argento alle Olimpiadi di Rio, che il kazako Lutsenko avrebbero incontrato Ferrari almeno una volta a Monaco o Nizza. Secondo il CADF (che esegue tutti i test antidoping per conto dell'UCI), sarebbero disponibili informazioni, che affermerebbero che il medico sportivo italiano sarebbe coinvolto nella fornitura di sostanze proibite ai corridori dell’Astana.
Altri incontri sembra che ci siano stati durante l’ultimo Giro di Catalunia e ad avvalorare questo, ci sarebbero 12 addetti ai lavori che avrebbero confermato di aver visto Ferrari con i corridori Astana. 
Va ricordato tra l’altro che il general manager dell’Astana, Alexander Vinokourov, aveva avuto legami con Ferrari e che alcuni corridori del team finirono nel caso Padova del 2014. Michele Ferrari, che avrebbe la sua base a Lugano in Svizzera, al momento si rifiuta di rilasciare dichiarazioni e anche l’Astana si è chiusa in un profondo silenzio. Nelle prossime ore dovrebbero essere comunicati i nomi di altre persone coinvolte e quello di un super testimone. Per i media danesi, molte testimonianze importanti provengono da un ciclista molto importante e che avrebbe assistito a fatti gravi Ultimo aggiornamento: 23:19 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Traffico e sveglie all’alba: cosa non ci manca dell’uscire di casa

di Veronica Cursi