CORONAVIRUS

Pellegrini: «Competizioni? Credo solo nel 2021: dura preparare i Giochi senza gare»

Lunedì 18 Maggio 2020
Pellegrini: «Competizioni? Credo solo nel 2021: dura preparare i Giochi senza gare»

«Senza avversari, pubblico, adrenalina, è tutto diverso. È mancato un po' tutto in questo periodo e mancherà per un po': fonti ufficiose dicono che torneremo a gareggiare nel nuovo anno. Certo, c'è la data delle Olimpiadi ma un anno e mezzo è lungo, se è fatto solo di allenamento». Lo ha affermato Federica Pellegrini, durante una videoconferenza organizzata dalla Michelin, che proprio oggi ha lanciato la sua partnership con la campionessa.

LEGGI ANCHE --> Federica Pellegrini torna in vasca dopo il lockdown: «Pensavo peggio...»

«Speriamo di organizzare delle gare - prosegue la Divina -, sempre sotto la massima sicurezza per la salute, un po' prima dell'Olimpiade perché per noi è importante gareggiare». «Da un lato penso che il Cio abbia preso la decisione più giusta a rinviare le Olimpiadi – dice ancora Federica -. Quel che è successo nel mondo è stata una cosa drammatica per quanto straordinaria. La decisione è stata giustissima. In termini di longevità la faccio da padrona: avrei preferito gareggiare quest'anno, ma va bene così e aspetteremo un altro anno. Stare fermi sei settimane non mi era mai successo nella vita. Devo dire che è stata una sensazione molto strana. Penso che per i tifosi di calcio sia fondamentale che il campionato di calcio riprenda, ma lo stesso vale per i tifosi della pallavolo e degli altri sport. E sto vedendo che stanno facendo fatica un pò tutti gli sport di squadra».

 «All'inizio del lockdown ci siamo ritrovati molto più uniti come nazione. A parte la varia propaganda politica che da metà in poi l'ha fatta da padrona, dall'inizio di questa forte difficoltà del Paese ci siamo trovati molto più uniti. La cosa che mi ha stupito di più - ha specificato la nuotatrice azzurra - è la solidarietà della gente in qualsiasi frangente e in qualsiasi raccolta fondi, come la mia per l'ospedale di Bergamo. Questa cosa mi ha sorpreso molto».

Ultimo aggiornamento: 19:21 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Roma deserta, i controlli e la storia di Marta abbandonata in strada dai vigili (come in una favola)

di Pietro Piovani