Vuelta, Cavagna e la Deceuninck conquistano Toledo e Roglic sempre leader. Polemiche per l’attacco Movistar

Venerdì 13 Settembre 2019 di Francesca Monzone

Ancora un successo per il Wolfpack, il branco dei lupi della Deceuninck-Quick Step, che con Remì Cavagna, ha conquistato la terzultima tappa della Vuelta di Spagna, con i suoi 165 chilometri da Avila a Toledo. Al secondo posto staccato di 5” Sam Bennett (Bora-Hansgrohe), seguito dai due della Deceuninck, Zdenek Stybar e Philippe Gilbert. Nella classifica generale nonostante una caduta del gruppo dei big, tutto rimane invariato con Roglic (Jumbo-Visma) che continua il suo dominio in maglia rossa, davanti ad Alejandro Valverde (Movistar).  Una corsa movimentata oggi e resa complicata dal vento e la pioggia. 
Dopo il secondo GpM di giornata è andata via la fuga con: Pierre Latour (AG2R La Mondiale), Domen Novak (Bahrain-Merida), Shane Archbold (Bora-Hansgrohe), Rémi Cavagna (Deceuninck-Quick Step), Lawson Craddock (EF Education First), Bruno Armirail (Groupama-FDJ), Tsgabu Grmay (Mitchelton Scott), Ben O’Connor (Team Dimension Data), David de la Cruz (Team Ineos), Nikias Arndt (Team Sunweb) e Peter Stetina (Trek-Segafredo).
A 50 chilometri dal finale, la pioggia insidiosa ha causato una caduta nel gruppo dei leader, con Roglic a terra insieme a Miguel Angel Lopez. Si rialzano i capitani, ma davanti la Movistar attacca, indifferente a qualunque forma di FairPlay. A fermare la cavalcata del team spagnolo è lo stesso Valverde, che dopo aver lasciato andare i suoi uomini, ha deciso poi di richiamarli, dando la possibilità a Roglic, di rientrare nel gruppo ed evitando  polemiche.
Il gruppetto dei fuggitivi poco più avanti ha iniziato a dimostrare stanchezza e uno ad uno, sono stati  ripresi tutti, tranne Cavagna in fuga per conquistare la vittoria. Il francese ha guadagnato subito terreno e dietro, il gruppo non è riescito a recuperarlo. L’ultimo chilometro, su una salita in pavè, Cavagna ha compiuto il suo capolavoro e con uno straordinario assolo, ha conquistato il traguardo di Toledo. Ancora un successo per la Deceuninck, che porta sul podio anche Stybar, terzo dietro Bennett, con Gilbert quarto, portando a casa il sessantunesimo successo stagionale. 
Domani si correrà  la ventesima tappa. Saranno 190 i chilometri da Arenas de San Pedro a Plataforma de Gredos, sarà l’ultima occasione per ribaltare la classifica generale. Ci saranno 6 GpM e salita finale. Il dislivello sarà di 4698 metri e si sfioreranno i 2000 metri d’altitudine. Potrebbe essere questa la tappa del sorpasso di Valverde su Roglic o di Lopez sullo spagnolo. 

Classifica generale
1. Rémi Cavagna (DQT) 3:43:34
2. Sam Bennett (BOH) +0:05
3. Zdenek Štybar (DQT) +0:05
4. Philippe Gilbert (DQT) +0:05
5. Alejandro Valverde (MOV) +0:05
6. Tosh Van Der Sande (LTS) +0:08
7. Dylan Teuns (TBM) +0:08
8. Tadej Pogacar (UAD) +0:08
9. Miguel Ángel López (AST) +0:08
10. Primož Roglic (TJV) +0:08 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

​Rifiuti e bus in tilt, trauma da ritorno dalle vacanze

di Mauro Evangelisti

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma