Tour de France, Pogacar vince la 15/a tappa, Roglic resta in giallo. Crollo di Bernal

Domenica 13 Settembre 2020 di Carlo Gugliotta

L'arrivo in salita al Grand Colombier ha dato il primo grande responso di questa edizione del Tour de France: a dominare in Francia c'è una squadra, la Jumbo-Visma, ma a fare la parte del leone sono due corridori, entrambi sloveni: da una parte c'è il cpaitano della squadra olandese, Primoz Roglic, che veste saldamente la maglia gialla. Dall'altra parte c'è Tadej Pogacar, il corridore della UAE Team Emirates che a soli 22 anni può già vantare due tappe vinte in questa edizione della Grande Boucle, la prima in carriera. Pogacar si è imposto allo sprint finale della tappa Lione-Grand Colombier, arrivo in salita blindato in quanto non è stato possibile per il pubblico andare sulle due ascese che i corridori hanno dovuto affrontare quest'oggi. 

Pogacar è riuscito ad imporsi dopo uno sprint a due con Roglic, ma la tappa è stata completamente dominata dalla squadra del suo avversario, che ha imposto un ritmo forsennato fin dall'imbocco del Grand Colombier, ritmo capace di mandare in crisi anche il vincitore del Tour de France dello scorso anno, il colombiano Egan Bernal. Per il portacolori della Ineos-Grenardiers la giornata è stata un autentico calvario, tant'è vero che ha tagliato il traguardo con poco più di 7 minuti di ritardo rispetto a Pogacar. Anche un altro colombiano, Nairo Quintana, è andato in crisi: purtroppo per lui l'appuntamento con la corsa francese resta stregato. 

Primoz Roglic resta quindi saldamente in maglia gialla, consapevole di essere guidato dalla squadra più forte in gruppo. Pogacar, dal canto suo, continua a sperare: "Al momento Roglic è imbattibile, ma una giornata brutta può capitare sia a me che a lui, come oggi è toccata a Bernal". 

In casa Ineos-Grenadiers, invece, ci si blinda nel silenzio più completo dopo la tappa di oggi. Una soddisfazione potrebbe arrivare domani dall'ultima tappa della Tirreno-Adriatico, che si svolgerà sul lungomare di San Benedetto del Tronto: quest'oggi la tappa di Loreto è stata vinta dal fuoriclasse olandese Mathieu Van der Poel, ma la formazione britannica può sperare di vincere la classifica generale con Geraint Thomas, terzo con un ritardo di 39" da Simon Yates. La cronometro potrebbe favorire il gallese, vincitore del Tour de France 2018 ed escluso dalla squadra britannica pochi giorni prima della partenza per la Francia. Qualora Thomas dovesse vincere, non sarebbe forse sbagliato parlare di un errore tecnico del team, che ha preferito puntare su un unico corridore per la classifica generale.

Ultimo aggiornamento: 19:57 © RIPRODUZIONE RISERVATA