Con la Strade Bianche riparte il calendario italiano e internazionale

Venerdì 31 Luglio 2020 di Carlo Gugliotta
Con la Strade Bianche ricomincia ufficialmente il calendario ciclistico italiano e internazionale. Dopo le primissime corse nel mese di luglio, il Sibiu Cycling Tour in Romania e la Vuelta a Burgos in Spagna, la Strade Bianche è la classica che fa ripartire il ciclismo proprio là dove si era fermato lo scorso marzo. La manifestazione che si svolge con partenza e arrivo a Siena è stata infatti la prima corsa annullata durante l’esplosione dell’emergenza sanitaria Covid-19, con conseguente lockdown.

Sarà una corsa particolare in quanto non sarà ammesso il pubblico a bordo strada, e sarà una mancanza che si farà sentire, in quanto il pubblico del ciclismo è da sempre parte integrante di uno sport così popolare, ma l’importante è ricominciare, ed è importante farlo sugli sterrati senesi, una zona simbolica per il ciclismo eroico.
La corsa maschile si svolgerà su un percorso di 184 km. Senza dubbio, alcuni dei punti chiave saranno Monte Sante Marie, tratto in sterrato di 11 km sul quale spesso in passato i vincitori sono riusciti a fare la differenza, e la salita che immette a piazza del Campo a Siena, dove è posizionato il traguardo. La gara femminile si svolgerà invece lungo un tracciato di 136 km che ricalca per buona parte quello della prova maschile.
L’uomo da battere sarà senza dubbio il francese Julian Alaphilippe, vincitore lo scorso anno alla sua prima presenza nella classica senese. I suoi principali agonisti saranno Mathieu Van der Poel, l’olandese fenomeno del ciclismo sia su strada che fuoristrada, e Wout Van Aert, il belga che ha già conquistato due terzi posti consecutivi in questa gara. Altri favoriti sono il tre volte campione del mondo Peter Sagan, il campione olimpico Greg Van Avermaet, Tiesj Benoot e Philippe Gilbert. Le speranze italiane sono affidate soprattutto ad Alberto Bettiol, vincitore del Giro delle Fiandre lo scorso anno, insieme a Vincenzo Nibali, che non ha mai vinto la Strade Bianche ma che potrebbe provare a dire la sua se dovesse ritrovarsi in una giornata positiva. Al via ci sarà anche Gianni Moscon, il quale probabilmente lavorerà da gregario per Michal Kwiatkowski. © RIPRODUZIONE RISERVATA