Volley, quattro casi di Covid al Chieri: esclusa dalle Final Four di Coppa Italia. Novara in finale d'ufficio

Volley, quattro casi di Covid al Chieri: esclusa dalle Final Four di Coppa Italia. Novara in finale d'ufficio
di Salvatore Riggio
2 Minuti di Lettura
Mercoledì 5 Gennaio 2022, 12:50

I quattro casi di Covid accertati hanno escluso la Reale Mutua Fenera Chieri dalla semifinale di Coppa Italia femminile di pallavolo, in programma oggi alle 18:30. Così in finale (gara in programma domani, giovedì 6 gennaio, alle 17:30) è passata d’ufficio la Igor Gorgonzola Novara. La telenovela della squadra di Giulio Bregoli è iniziata ieri quando sono stati eseguiti i test molecolari. Come spiega in una nota la Lega pallavolo femminile, lo screening si è reso necessario dal riscontro di due positività ai tamponi antigenici di routine di lunedì: una delle due atlete si è poi rapidamente negativizzata, ma due sue compagne di squadra sono risultate positive al primo giro di test rapidi, per un totale di tre giocatrici positive. Ed è servito l’approfondimento attraverso i più affidabili tamponi molecolari. L’esito ha fatto registrare un totale di quattro positività nel gruppo squadra della Reale Mutua Fenera Chieri. Secondo quanto disposto dal protocollo Covid della Federazione Italiana Pallavolo, questo numero è il minimo sufficiente a determinare d’ufficio l’impossibilità della squadra a prendere parte a una competizione sportiva, secondo il criterio di prevalenza assoluta della salute e dell’incolumità delle atlete. «Il fatto che Chieri non possa giocarsi la sua meritata semifinale è un grande dispiacere dal punto di vista sportivo – ha commentato il presidente di Lega Pallavolo Femminile, Mauro Fabris –. Purtroppo, queste sono le condizioni in cui siamo costretti a giocare ai tempi del Covid. Chieri ha dimostrato in campionato e nei quarti di finale il suo grande valore, così come San Giovanni in Marignano e Brescia, candidate alla conquista della Coppa Italia di A2, finale fermata dai contagi. Tuttavia, la maggiore flessibilità del calendario di Serie A2, dovuta all’assenza di competizioni internazionali, consentirà a San Giovanni e a Brescia di recuperare la loro finale in data successiva. Invece, purtroppo, a Chieri non può essere garantita la stessa opportunità».

© RIPRODUZIONE RISERVATA