Caso Liegi-Bastogne-Liegi, Vinokourov e Kolobnev prosciolti con formula piena

Martedì 5 Novembre 2019 di Francesca Monzone
Caso chiuso per Alexander Vinokourov e Alexander Kolobnev. Secondo i giudici Belgi, la Liegi-Bastogne-Liegi del 2010, dove a vincere fu proprio Vinokourov, non fu truccata. Le prove presentate dall’accusa, nel processo per truffa sportiva, non sono state considerate sufficienti e i giudici hanno accolto pienamente quanto presentato dalla difesa dei due corridori. Sia per Kolobnev che per Vinokourov, oltre ad una pena in soldi, c’era il rischio di una condanna fino a 6 mesi di carcere. 
Dopo 9 anni da quel fatto, tante udienze e tanti rinvii il processo Liegi-Bastogne-Liegi ha visto oggi la sua conclusione con assoluzione a formula piena. Tante prove false prodotte da una accusa, che basava la sua tesi su equivoci scambi vi mail e ipotetici passaggi di soldi. Tutto falso per la difesa, guidata in parte dall’avvocato fiammingo Billy Reynders, che in modo preciso ha smontato ogni pezzo dell’accusa.
I giudici del tribunale di Liegi, dopo un secondo rinvio, questa mattina hanno ufficializzato la sentenza, facendo scomparire per sempre ogni dubbio sulla Doyenne del 2010, ribadendo che a vincere fu il kazako Alexander Vinokourov, davanti al russo Alexander Kolobnev e il belga Philippe Gilbert.  © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Lozzi e il derby dei Casamonica, da Virginia solo una passerella

di Simone Canettieri

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma