La boxe in piazza a Genzano: Geografo torna sul ring per il titolo Ibf Latino

La boxe in piazza a Genzano: Geografo torna sul ring per il titolo Ibf Latino
di Marco Pasqua
3 Minuti di Lettura
Sabato 19 Giugno 2021, 09:20 - Ultimo aggiornamento: 12:29

La boxe come ponte verso la normalità, un'occasione per tornare a stare insieme, in una piazza che diventa luogo di aggregazione. Si chiama "Fight your fear", la serata organizzata, oggi, a Genzano, per dare un pugno alla paura. La paura del diverso, la paura di mettersi in gioco, ma anche quella di un virus che ha messo in ginocchio interi Paesi e stravolto le nostre esistenze. Otto match dilettanti e 5 professionisti - maschili e femminili -, organizzati sul piazzale del palazzo Sforza Cesarini e dove il clou è rappresentato dal titolo Ibf Latino dei Welter, con la sfida tra Mirko Geografo e il brasiliano Paulo Cesar Galdino de Lima. Un evento ideato da Simone Lanna, in collaborazione con alcune delle più note palestre della Regione: dalla Phoenix fino alla popolare palestra Indipendente, alla palestra Dopolavoro Ferroviario di Velletri, alla Revolution Palestra popolare e alla Palestra popolare del Quarticciolo (una delle più attive, a Roma, e luogo di incontro di molti appassionati della nobile arte). Per Geografo, 29 anni, due volte campione italiano e campione Wba dei pesi medi, è la conferma di una riacquistata regolarità, a livello di combattimenti, dopo la pandemia. «Sono stato fermo a lungo spiega il campione Nel 2020 sono saltati due incontri che avevo in programma. E' stato frustrante, ma durante tutto questo periodo ho continuato ad allenarmi come se fossi in preparazione per i match. Per questo ne ho approfittato per lavorare in modo specifico sia a livello atletico con il mio preparato, Massimo Tinti, che a livello tecnico, con il mio maestro, Emiliano Filippi». Di professione carrozziere alla Magliana, riesce a conciliare l'amore per la boxe e il lavoro: «E' difficile sostenersi solo con l'attività pugilistica, per questo devo fare un altro lavoro. Non so come riesco a conciliare questi due impegni: ma quello che so è che voglio raggiungere i primi posti delle classifiche mondiali e sono pronto a lottare per raggiungere questo obiettivo». Geografo evidenzia poi l'importanza delle palestre popolari, che sostengono questo evento: «Nell'ultimo anno ho conosciuto queste realtà: offrono ai ragazzi l'opportunità i allenarsi e soprattutto cercando di diffondere nei loro territori i valori di uguaglianza e di sostegno alle persone deboli o escluse. E' importante riuscire a riempire di nuovo le piazze e a guardare al futuro con un atteggiamento positivo».

Non teme il suo avversario, mancino: «E' stato già campione brasiliano e ha vinto il titolo Latino nella versione Wbc. Mi sono preparato al massimo e sono determinato nel volermi portare a casa anche questa cintura». Soddisfatto il sindaco di Genzano, Carlo Zoccolotti: «Siamo orgogliosi di poter ospitare un evento sportivo di questa portata, vogliamo che la nostra città torni protagonista anche nello sport. Abbiamo pensato ad una location di prestigio per il ring che sarà piazzato di fronte a Palazzo Sforza e sarà bellissimo rivedere una bella cornice di pubblico e di appassionati (sono stati messi in vendita circa 600 biglietti), ovviamente rispettando tutte le regole sui distanziamenti. La città di Genzano sarà al centro della boxe nazionale e internazionale».

IL PROGRAMMA DELLA SERATA (dalle 18.45)

Pesi Medi: Mattew King (GB) vs Petar Aleksandrov (Bul)
Pesi Medi: Harley Hodgetts (GB) vs Teodor Nikolov (Bul)
Pesi Medi: Mirko Marchetti vs Josival Vargas
Pesi Leggeri: Sebastian Mendizabal vs Bogdan Draskovic (Ser)
Pesi Mediomassimi: Gabriele Granaldi vs Goran Sucevic (Ser).

© RIPRODUZIONE RISERVATA