Beach Volley, al via le Rome Finals nella magia del Foro Italico

Mercoledì 4 Settembre 2019 di Valerio Cassetta
Il meglio del beach-volley internazionale al Foro Italico. Dal 4 all’8 settembre Roma ospita le finali del World Tour 2018-2019 Fivb, che prevede la partecipazione delle 32 migliori squadre al mondo. In palio, oltre al montepremi e ai preziosi punti per il ranking, anche un pass per le qualificazioni delle Olimpiadi di Tokyo del 2020. Insomma, la Capitale e il Parco del Foro Italico sono pronte a vivere il sesto appuntamento, dopo quelli andati in scena dal 2009 al 2013, tra cui i campionati del Mondo del 2011. E nel 2021 i riflettori torneranno ad accendersi sui campi del Foro, quando la Città Eterna sarà la regina del beach volley con i Mondiali. 

ENTUSIASMO
«Oggi si riparte, abbiamo una seconda chance. Il progetto è portare il beach-volley a livello internazionale e renderlo, attraverso il circuito di Roma, simile a ciò che accade con gli Internazionali di tennis» spiega Diego Nepi, responsabile marketing e business di Sport e Salute. La sintonia tra forze organizzatrici e gli atleti è ai massimi livelli per offrire un prodotto di qualità agli spettatori, che possono accedere a tutti i campi e alle aree del Foro Italico, sborsando appena 5 euro per un’intera giornata. La creazione di una società, poi, tra Fipav, Sport e Salute e Fivb, assicurerà miglioramenti e investimenti in vista dei Mondiali del 2021. «L’obiettivo è avere una migliore progettualità possibile e far decollare definitivamente il beach volley, che durante le Olimpiadi è stato lo sport più visto sia a livello lo media che digitale» sottolinea Diego Nepi. Del resto l’argento ottenuto dall’Italia a Rio de Janeiro ha aumentano l’entusiasmo e la curiosità.

SOSTENIBILITÀ
«L’approccio è diverso rispetto a prima. Ora si gioca sui campi secondari e nella Grand Stand Arena. Una zona compatta (composta di spogliatoi, infermeria, lounge players e crio room, ndr) e collegata da un tunnel, proprio come nel tennis» specifica Nepi. La terra rossa lascia il posto alla sabbia che non stona affatto sotto le marmoree statue del circuito. Anzi, il colpo d’occhio è piacevole con il verde della collina di Monte Mario da una parte e le rive del Tevere dall’altra. Scenari pittoreschi che fanno del Foro Italico una realtà polivalente con gli atleti centrali e i fan centrali nel progetto del beach volley, che non risente lo spostamento dall’indoor all’aperto. «Il beach è uno sport naturale, ma con delle regole, che crea aggregazione e consente la massima espressione del movimento nel rispetto dell’ambiente, con un progetto sostenibile e plastic free» conclude Nepi. Ultimo aggiornamento: 5 Settembre, 08:39 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Nel bagno delle donne il messaggio che gli uomini non scriverebbero mai

di Pietro Piovani

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma