Bandita dalle gare femminili. Chand alteta indiana con livelli di testosterone pari agli uomini

Mercoledì 8 Ottobre 2014
Dutee Chand, giovane campionessa indiana dei 100 metri, bandita dalle gare femminili perché il suo organismo secerne livelli di testosterone così alti da farla rientrare, secondo i parametri dell'atletica internazionale, nella categoria uomini, «soffre di iperandrogenismo, che generalmente colpisce il 5-10% delle ragazze in età fertile, causato soprattutto dalla sindrome dell'ovaio policistico. Ma esistono anche forme più estreme, che si registrano nello 0,3% delle donne, riconducibili a disfunzioni delle ghiandole surrenali e che fanno produrre fino a 10-12 volte ormoni maschili rispetto alla norma. E sono disturbi più comuni nei Paesi dove avvengono matrimoni fra consanguinei, come appunto l'India». A spiegarlo è Rossella Nappi, professore associato di Ostetricia e Ginecologia all'Irccs Policlinico San Matteo e Università di Pavia.



Ma Dutee, che ha presentato ricorso al Tribunale dello sport in Svizzera contro la decisione di escluderla dalle gare femminili, pur essendo stata sottoposta a tutti gli esami per verificare il

suo genere, è un caso ancora più singolare perché «solitamente l'iperandrogenismo severo conferisce anche segni estetici evidenti, mentre lei appare bella e femminile - sottolinea l'esperta - si tratta quindi di un caso che rientra in quelle condizioni molto rare, in cui c'è un difetto a livello enzimatico. In genere, poi, oltre all'aspetto esteriore, l'iperandrogenismo severo si accompagna a massa muscolare profondamente ipertrofica. È chiaro che se si va a somministrare qualsiasi tipo di terapia anti-androgenetica, si andrà a influire anche sui muscoli» e questo per l'atleta non è positivo.



Insomma, «esistono tantissimi sottotipi di deficit di questo tipo, tutti piuttosto rari, ma in genere curabili: forse non l'hanno curata per non sottrarle potenza muscolare. Questo, d'altronde, è anche il motivo per cui molti atleti ricorrono al doping con anabolizzanti». Ultimo aggiornamento: 16:24 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Nel bagno delle donne il messaggio che gli uomini non scriverebbero mai

di Pietro Piovani

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma