The Crown, la "regina" Claire Foy pagata meno dell'attore che interpreta il principe Filippo

Martedì 13 Marzo 2018 di Costanza Ignazzi
Sarà pure la "Regina" di Netflix, ma per due stagioni ha guadagnato meno dell'attore che interpretava il suo reale consorte. Secondo il Daily Beast Claire Foy, attrice britannica che nella fiction "The Crown" è il - popolarissimo - volto della regina Elisabetta II, sarebbe stata pagata meno di Matt Smith, il biondo principe Filippo con il sorriso da canaglia che tutti abbiamo imparato ad apprezzare.

A rivelarlo sono stati i produttori della fiction, giustificando il "pay gap" (in gergo l'annosa questione del divario salariale tra uomini e donne) con la maggiore fama di Matt Smith, il quale aveva già recitato in Doctor Who ed era quindi più conosciuto dal pubblico. Claire Foy, secondo i beninformati, avrebbe guadagnato 40mila dollari a episodio: il compenso del "principe" invece non è stato reso noto. I produttori hanno però annunciato che il divario sarebbe stato colmato nelle prossime stagioni: «Nessuno può guadagnare più della regina», ha scherzato Suzanne Mackie, direttore creativo della compagnia di produzione Left Bank. Peccato che quando rivedremo The Crown sul piccolo schermo, la regina sarà un'altra: i protagonisti saranno infatti sostituiti da altri attori per riflettere il passare del tempo. 

Nemmeno a dirlo il dibattito imperversa: perchè il compenso di Claire Foy (che nel 2016 per la sua regina Elisabetta ha vinto il Golden Globe ndr) non è stato adeguato già dalla seconda stagione? Una domanda alla quale - per ora - non è stata data risposta. Le ipotesi per il futuro, al momento, sono particolarmente difficili visto che il Filippo 50enne non è ancora stato individuato: staremo a vedere se guadagnerà più o meno di Olivia Colman, atrice di Broadchurch che vestirà i panni della regina, o di Helena Bonham Carter che sarà - un'attesissima - principessa Margaret. Intanto, la bufera è ufficialmente scatenata.  Ultimo aggiornamento: 23:46 © RIPRODUZIONE RISERVATA