Netflix fa boom in Borsa: sorpassata anche la Walt Disney, i ricavi crescono del 40%

Giovedì 24 Maggio 2018
2
Chissà se Netflix ricaverà una serie di successo - l'ennesima - sulla sua travolgente cavalcata in Borsa? Netflix è infatti diventata regina dei media. Dopo aver superato Comcast per valore di mercato, il colosso della tv in streaming sorpassa anche Walt Disney strappandole il titolo di società media di maggior valore. L'avvicendamento al vertice mostra l'ascesa dello streaming video a scapito della televisione tradizionale, sempre più in crisi. La volata di Netflix arriva in un momento di difficoltà per Comcast e Disney, pronte a sfidarsi in una guerra di offerte al rialzo per gli asset della 21st Century Fox di Rupert Murdoch.

E così mentre Comcast e Disney calano in Borsa, Netflix sale dello 0,65% a 346,82 dollari per una capitalizzazione di mercato di 151,46 miliardi di dollari. Disney perde invece l'1,6% a 151,1 miliardi di dollari. Il boom di Netflix mette in evidenza la fiducia degli investitori nella società, sbarcata in Borsa nel 2002 e da allora in crescita costante. Una crescita che negli ultimi anni ha sperimentato un'impennata grazia ai millennial disincantati dalla tv tradizionale, accantonata per gli elevati costi e per la maggiore passione per il web. Al nuovo trend in atto Netflix ha saputo rispondere con prodotti di successo, da 'Orange is The New Black' a 'Stranger Things', fino ad 'House of Cards', la popolare serie dedicata alla politica.

Un successo quello di Netflix dovuto anche all'essere stata in grado di attirare grandi talenti, ultimo in ordine temporale l'ex presidente Barack Obama e l'ex First Lady Michelle: la coppia presidenziale ha firmato un contratto pluriennale con Netflix per la produzione di film e serie originali basate su 'storie che ispiranò. Gli Obama sono però solo l'ultima aggiunta alla lunga e ricca panchina di Netflix, che include Shonda Rhimes, la produttrice di 'Grey's Anatomy', e con Ryan Murphy, il creatore di Glee. Il successo di Netflix è mostrato chiaramente non solo dalla Borsa ma anche dai suoi conti Il colosso delle tv in streaming ha chiuso il primo trimestre con ricavi in crescita del 40% a 3,7% miliardi di dollari, per un utile di 290 milioni di dollari, il 63% in più rispetto all'anno precedente. Nonostante l'aumento dei prezzi gli abbonamenti sono saliti di 7,4 milioni di unità a un totale di 125 milioni.
Ultimo aggiornamento: 25 Maggio, 13:32 © RIPRODUZIONE RISERVATA