La vita di Maradona in una serie tv: dai trionfi, al tunnel della coca, al riscatto

Diego Armando Maradona (foto espncdn.com)
di Giacomo Perra
3 Minuti di Lettura
Sabato 16 Luglio 2016, 20:13

Dalla celeberrima mano de Dios ai fantastici successi col Napoli, passando per la cocaina, il declino e la risalita: miserie e nobiltà di un vero mito, un mito chiamato Diego Armando Maradona. La controversa vita del leggendario campione calcistico argentino sarà la trama di una serie televisiva di prossima realizzazione. A occuparsi del progetto, l’emittente di Beunos Aires Telefe, che ha annunciato di aver raggiunto un accordo con l’ex numero dieci azzurro: «Si tratta di una sfida incredibile per quello che rappresenta Diego Maradona a livello globale», hanno comunicato i vertici del canale con una nota ufficiale. «Sarà una superproduzione senza precedenti».
 

 

 
Parole entusiastiche che fanno il paio con le dichiarazioni di Maradona, apparso molto contento per l’iniziativa: «Tutto ciò che ho vissuto va al di là di qualsiasi opera narrativa, c’è materiale per scrivere cento puntate», ha detto l’ex Pibe de oro intervistato dalla stampa locale. «Sono felice che Telefe abbia questo progetto per il mondo, è la storia della mia vita».
 
Destinata al mercato internazionale, nel suo racconto la serie dovrebbe prendere le mosse dai campionati del Mondo di Messico 1986, dove Diego guidò la sua Argentina al trionfo con giocate e numeri sensazionali, performance che gli valsero pure il titolo di calciatore più forte del pianeta. Successivamente la macchina da presa - il regista che la guiderà, come del resto il cast, non è stato però ancora scelto - si sposterà su Napoli, città del cuore di Maradona, che, all’ombra del Vesusio, visse dal 1984 al 1991 risultando determinante per la conquista da parte della società campana, fino ad allora digiuna di scudetti e allori internazionali, di due campionati e di una Coppa Uefa.
 
Gli anni di Napoli, che potrebbe ospitare una parte delle riprese, però, furono anche segnati dalla cocaina, suo danno ed avversario più insuperabile. Almeno fino a un decennio fa, quando, soprattutto per l’amore delle figlie Dalma e Giannina, dopo essere stato più volte vicino alla morte, decise di disintossicarsi e di venir fuori da un tunnel che sembrava senza fine. Imboccata quell’uscita, da allora per Diego è cominciata una seconda vita, un’esistenza felice che, recentemente, conclusa l’avventura da tecnico della Selecion, l’amata Nazionale argentina, l’ha portato fino agli Emirati Arabi, dove, a cinquantacinque anni, trascorre i suoi giorni nelle vesti di ambasciatore dello sport.
 
Ed è proprio così, con questo lieto fine, che si dovrebbe concludere il serial, non certo il primo lavoro in pellicola dedicato a Maradona. Sulla sua incredibile vita, infatti, sono stati realizzati già quattro film: Maradona - La mano de Dios, diretto dal nostro Marco Risi, El camino de San Diego, Amando a Maradona e Maradona di Kusturica.

© RIPRODUZIONE RISERVATA