Domenica Live, Edoardo Vianello ricorda la figlia scomparsa: «Era il mio punto di riferimento»

Domenica Live, Edoardo Vianello ricorda la figlia scomparsa: «Era il mio punto di riferimento»
di Eva Carducci
3 Minuti di Lettura

«La mia è stata una vita movimentata, ma grazie a Elfrida, mia moglie, le cose si sono calmate» esordisce così il cantante Edoardo Vianello nel salotto di Barbara D'Urso Domenica Live. Poi il racconto prosegue su argomenti più drammatici, come la scomparsa della figlia Susanna, avuta con Wilma Goich, scomparsa a causa di una grave malattia un anno fa: «Wilma è stata fortissima, io non sarei stata capace a accompagnare Susanna gli ultimi giorni. Io non stavo bene, ero terrorizzato dal Covid, ed eravamo nel primo lockdown lo scorso anno. Ci siamo sempre frequentati con mia figlia, ma quando ci siamo separati con Wilma aveva 7 anni. Un conto è vivere insieme come loro, un conto vederci. Però ci vedevamo spesso e guardavamo le partite della Roma insieme».

Domenica In, Alessandra Amoroso sul caso Fedez: «Bisogna approvare la legge Zan, c'è bisogno d'amore»

«Me la ricordo così, un quadro che rappresenta la felicità, lei mezza addormentata vicino a me sul divano. Il dolore è una cosa personale, ho cercato di non farci entrare nessuno, ho cercato invece di far sorridere le persone che ricordano Susanna. Era una persona solare, ho scoperto quanto affetto aveva intorno. Pensate che con me era più chiusa, parlava di più con Elfrida, ho scoperto che andava un anno con Fiorello nel suo programma mattutino, si svegliava all'alba ogni giorno, solo per supportarlo con la sua ironia e con il suo spirito. Erano molto amici, e la stessa atmosfera, la stessa ironia, c'è stata anche alla sua commemorazione. Sarà stata contenta di aver visto questa atmosfera il giorno in cui abbiamo ricordato la sua vita».

Prosegue Vianello: «Era il mio punto di riferimento esterno. Le parlo soprattutto quando la vado a trovare al cimitero, e ogni volta che ho un dubbio o un pensiero, le parlo. Quando mi hai chiamato per intervenire mi sono sentito di doverla avvertire. Lei è sempre collegata». 

In trasmissione è stato mostrato poi un video inedito, dove Vianello al pianoforte accompagna la figlia Susanna, mentre canta una canzone per i loro amici. 

Continua il cantante: «La cosa che mi manca di più di lei è il suo affetto, e anche il suo giudizio, perché anche se non lo esprimeva sentivo di essere sotto controllo, mi preoccupavo che lei fosse orgogliosa di suo padre. Torneremo a cantare io e Wilma per nostra figlia Susanna».

Domenica 2 Maggio 2021, 18:09
© RIPRODUZIONE RISERVATA