«Doc 2 - Nelle tue mani». Luca Argentero torna a vestire i panni del dottor Fanti: le anticipazioni

«Doc 2 - Nelle tue mani». Luca Argentero torna a vestire i panni del dottor Fanti: le anticipazioni
di Gloria Satta
4 Minuti di Lettura
Lunedì 10 Gennaio 2022, 15:06 - Ultimo aggiornamento: 15:21

Luca Argentero torna a vestire il camice del medico più amato d’Italia: Andrea Fanti, a cui un colpo di pistola ha cancellato 12 anni di memoria e al tempo stesso restituito il desiderio di trattare i pazienti con umanità ed empatia, e non più come semplici casi clinici da affrontare per lavoro. Da giovedi 13 gennaio sbarca in prima serata l’attesissima serieDoc 2- nelle tue mani realizzata a furor di popolo dopo gli ascolti record della prima stagione (30 per cento di share e 8 milioni di telespettatori), ispirata al libro autobiografico del medico Pierdante Piccioni “Meno dodici” e trasmessa in pieno lockdown 2020.

Video

Doc 2, la trama

In questo nuovo ciclo, snodato in 8 puntate e 16 episodi diretti da Beniamino Catena e Giacomo Martelli, prodotti da Matilde e Luca Bernabei (la serie è una coproduzione Lux Vide con RaiFiction), il Covid irrompe nell’ospedale in cui Fanti e la sua squadra di medici lavorano. Con conseguenze drammatiche e inaspettate. Ma Fanti, che all’inizio di questa nuova stagione ha scelto la medicina “di strada” per assistere fuori dall’ospedale le persone più fragili e bisognose, torna insieme ai colleghi per combattere il virus in prima linea. E deciso a riavere il suo posto di primario.

Completano il cast Matilde Gioli (Giulia, l’assistente di Fanti ed ex fidanzata), Sara Lazzaro (l’ex moglie del protagonista, ancora accanto a lui), Pierpaolo Spollon, Simona Tabasco, Alberto Nalanchino, Silvia Mazzieri, Gianmarco Saurino (i medici della squadra di Fanti), Beatrice Grannò (la figlia di Fanti diventata dottore), Elisa Di Eusanio (la caposala), Giovanni Scifoni (il neuropsichiatra). New entry: Alice Arcuri nel ruolo del nuovo primario nominato dopo l’arresto di Sardoni, Marco Rossetti (un medico che si aggiunge alla squadra), Giusy Buscemi (una psicologa), Gateano Bruno (un mago della chirurgia), Umberto Caruso (un avvocato entrato nel board dell’ospedale).

 

Argentero: è una grande responsabilità

La presentazione della serie è avvenuta sul set, a Formello, dove sono stati ricostruiti gli interni dell’ospedale che nella visione d’insieme è il Campus Biomedico di Trigoria. “Nel momento in cui torno nei panni di Andrea Fanti”, dice Argentero, 43 anni, “avverto una grande responsabilità che si trasforma però in entusiasmo. Non capita molte volte nella carriera di un attore di incontrare un personaggio così incisivo, e che ha una presa così grande presso il pubblico”.

Cosa gli ha insegnato questa esperienza? “Ad essere più frontale, ad andare dritto al punto senza dilungarmi. Insomma, andando avanti negli anni, ho imparato ad essere un po’ meno diplomatico e…un po’ meno torinese”. Il produttore Luca Bernabei spiega: “Questa serie non è sul covid, ma tiene conto del virus. La prima stagione è stata venduta in tutto il mondo ed ha avuto grande successo in Francia”. Aggiunge Matilde Bernabei, presidente di Lux Vide: “E’ stata venduta in 100 Paesi e la Sony ha acquistato i diritti per farne il remake anglosassone”.

Matilde Gioli, nei panni di Giulia, braccio destro di Fanti, racconta: “In questa seconda stagione il mio personaggio si evolve, tagliandosi anche i capelli. Guarda avanti sia come medico sia come donna. E affronta con i colleghi lo tsunami del covid. E una serie di vicissitudini continuando ad essere lucida, seria, puntuale. Sto imparando molto da lei, non solo come attrice ma anche come persona”. Come ha vissuto la pandemia? “Non mi sono mai ammalata, per fortuna, né sono stati contagiati i miei cari. Sono rimasta serenamente chiusa in casa, come tutti, a cucinare e guardare film. Oggi seguo le regole, mascherina e vaccino. Girare le scene del covid mi ha fatto capire quanto sia stata fortunata nella vita reale”. Giovanni Scifoni, nei panni del neoropsichiatra che tenta inutilmente di far tornare la memoria all’amico e collega Fanti: “Il mio personaggio mi ha insegnato a gestire i fallimenti, un’esperienza che spesso un medico deve fare”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA