Hot Ones, le interviste con il peperoncino: Delevingne e Theron sembrano ubriache

Mercoled├Č 28 Marzo 2018 di Anna Guaita
NEW YORK – Cara Delevingne non riconosce la foto di se stessa. Charlize Theron chiede un piatto di riso in bianco e fa alzare l’aria condizionata. Kevin Hart piange, suda, si toglie la giacca. Russell Brand si sfoga con una canzone, per «rinfrescare la bocca».

La sfida? Cantanti, attori, sportivi, si sottopongono a 25 minuti di intervista, mentre mangiano ali di pollo fritte ricoperte di salsa piccante. Ma ogni nuovo boccone è condito di una salsa progressivamente più piccante, fino all’ultima, “the last dab”, che brucia come il fuoco.

Il programma, “Hot Ones”, sta spopolando su YouTube, dove è diventato un programma cult, grazie alle reazioni imprevedibili degli intervistati.





E’ chiaro che il più delle volte gli attori si avvicinano alla prova spensieratamente, senza aver ben capito quanto arduo sia ingoiare salsa il cui tasso di “piccantezza” cresce inesorabilmente, per arrivare a toccare i 2 milioni di “unità scoville”. All’inizio infatti tutto sembra facile, visto che il primo boccone in genere non supera i 2 mila US. Ma nel corso dell’intervista, mentre si parla della carriera e della vita della “vittima”, si sale fino alla “bomba atomica” finale. Per capire il livello della sfida si ricordi che il “peperoncino calabrese” arriva intorno ai 30 mila US.

E non tutti ce la fanno. Il comico britannico Ricky Gervais, gli attori Jim Gaffigan e Rob Corddry si sono dovuti arrendere. Lo stesso ha fatto Taraji Henson, ma l’attrice di “Empire” ha avuto l’astuzia di chiamare la propria guardia del corpo, un omone grande e grosso, che ha finito quasi con soddisfazione la sfida, mentre lei sorseggiava un whisky con ghiaccio.

L’intervistatore, Sean Evans, partecipa alla sfida. Anche lui mangia quei bocconi infernali, anche se a guardar bene si nota che li sbocconcella appena appena, e ogni volta ingoia lunghi sorsi di latte di mandorla fresco, che pare sia una mano santa per ridurre il bruciore.

Gli attori in genere chiedono anche loro un bicchiere di latte, oppure di acqua gelata. Cara Delevingne ha chiesto del cocco, ma ha retto coraggiosamente, anche se stava vistosamente sudando. A un certo punto ha ammesso di sentirsi «ubriaca», tant’è che non ha saputo riconoscere una foto di se stessa.

Ubriachi sembrano un po’ tutti, nella seconda metà della gara, quando i bocconi cominciano a superare il mezzo milione di US. Terry Crews, un gigante, ex giocatore di football e ora popolare attore tv, si è messo a piangere (ma non ha gettato la spugna), Charlize Theron, quasi senza fiato, ha chiesto di mettere l’aria condizionata al massimo, Seth Rogen si è lamentato di provare «vero e proprio dolore» e ha annaffiato tutto con una birra gelata.  

Il programma è arrivato alla quinta stagione. L’intervistatore, Evans, spiega che il successo di “Hot Ones” si deve al fatto che l’effetto esplosivo della salsa piccante «spinge gli intervistati fuori dalla strada usuale delle interviste preparate». Sono già cento le interviste in rete. E alcune superano i 10 milioni di visioni.


  © RIPRODUZIONE RISERVATA