Arriva Station 19, spin-off di Grey's Anatomy

Arriva Station 19, spin-off di Grey's Anatomy
2 Minuti di Lettura
Domenica 22 Aprile 2018, 22:31

«I medici salvano le vite, i pompieri le strappano alla morte». Recita così il trailer di Station 19, attesissimo spin-off di Grey’s Anatomy, ambientato in una stazione dei vigili del fuoco a tre isolati dal Grey Sloane Memorial, l’ospedale di Grey’s Anatomy.

Già in onda da qualche settimana negli Stati Uniti debutterà in Italia domani (su FoxLife, il lunedì alle 21.50) e il suo successo è già decretato dagli ingredienti che hanno funzionato per la serie principale e per tutti gli altri piccoli capolavori del mondo di «Shondaland», come affettuosamente i fan identificano le serie tv create da Shonda Rhimes, regina indiscussa della serialità dell’ultimo decennio.

Dopo Grey’s, Private Practice, Scandal e Le regole del delitto perfetto (ovvero medicina, politica e mondo legale) ora la produttrice afro-americana ha deciso di dedicare un capitolo al mondo dei vigili del fuoco. La stazione 19 di Seattle, per vicinanza fisica, avrà spesso a che fare con i medici del Grey Sloane Memorial, in un crossover che i fan italiani già pregustano. La prima puntata infatti prevede la partecipazione di Ellen Pompeo e Chandra Wilson, ovvero Meredith Grey e Miranda Bailey, storiche protagoniste di Grey’s Anatomy. Quest’ultima è sposata con Ben Warren (Jason George) che dopo essere stato nel cast della serie originale, ora farà parte della squadra di pompieri di Station 19. George però avverte: «Non siamo una semplice costola di Grey’s. Le nostre storie sono diverse pur avendo un comune denominatore, ovvero il pathos e l’adrenalina che hanno costruito il successo di Grey’s».

Station 19 racconta le avventure di una squadra dei vigili del fuoco guidata da capitano Pruitt Herrera (Miguel Sandoval), cui ben presto succederà la figlia, Andy (Jaina Lee Ortiz) che dal genitore ha ereditato la passione per un mestiere difficile e pericoloso. Insieme a loro ci saranno uomini e donne di varie etnie e personalità. Ci sarà - nella migliore tradizione di Shonda Rhimes che ama gli italiani e che a Grey’s Anatomy ha portato Giacomo Gianniotti e Stefania Spampinato - anche Alberto Frezza, ventott’anni, nato a Milano e cresciuto in Etiopia, arrivato al mestiere d’attore quasi per caso: «In realtà volevo fare il calciatore, poi ho visto un film, Stand by Me e mi sono innamorato del personaggio di River Phoenix. Volevo diventare come lui».

In Station 19 Frezza interpreta non un pompiere ma un poliziotto, con un particolare interesse sentimentale per la protagonista Andy. «Non posso dire molto se non che, come accadde agli albori di Grey’s Anatomy, Ryan, il mio personaggio, sarà protagonista di un triangolo amoroso». Tanto basta per stuzzicare l’acquolina dei fan.

© RIPRODUZIONE RISERVATA