“Vanara” il musical di Cucchiara
sbarca con alcuni brani in Usa

Sabato 8 Dicembre 2018
Toni Cucchiara
Grande curiosità e successo alla Strathmore Hall, alle porte di Washington Dc, per la prima in Usa di un Medley sinfonico di pezzi tratti da “Vanara”, il nuovo musical “made in Italy” ideato dallo scomparso Tony Cucchiara, composto e orchestrato dal figlio Gianluca Cucchiara e prodotto da Giovanna Romagnoli (Premio Oscar per “Nuovo Cinema Paradiso”). I brani sono stati eseguiti dalla Maryland Classic Youth Orchestra, diretta dal maestro italiano Simeone Tartaglione, nell’ambito della serata di apertura della stagione concertistica 2018-19 dello Strathmore. L’invito ha offerto l’occasione per avviare un progetto rivolto a giovani artisti, cantanti, musicisti e ballerini di ogni nazionalità che a breve verrà presentato sul sito vanarathemusical.com.

In questa prima performance l’interprete femminile, selezionata per il ruolo di Ayla, è stata la sedicenne Olivia Henley, del conservatorio “The King’s Academy” in Florida. Ad affiancarla, nel ruolo di Mohr, Ross William Wild, interprete di famosi musicals nel West End, nonché voce solista degli Spandau Ballet e della rock band Mercutio. Ambientato in una preistoria futuristica, il musical vede l’incontro di due tribù (Vanara in sanscrito significa “gente della foresta”) che si troveranno a lottare per la sopravvivenza e scopriranno la condivisione del fuoco come unica salvezza dall’imminente glaciazione.

All’evento erano presenti, oltre a diverse personalità, la produttrice Giovanna Romagnoli e il pluripremiato compositore Gianluca Cucchiara, autore di vari lavori per tv show, teatro, cinema e musicals. Il concerto prevedeva un altro “tocco” italiano, con l’esecuzione dell’overture dei Vespri Siciliani di Verdi. © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

“Chi era Trilussa?”: cosa rispondono i ragazzi di Trastevere

di Veronica Cursi