Monique Veaute nuovo direttore artistico del Festival dei Due Mondi di Spoleto

Martedì 11 Febbraio 2020
Monique Veaute
Il ministro di Beni culturali e turismo Dario Franceschini, ha condiviso la proposta di nomina di Monique Veaute a direttore artistico del Festival dei Due mondi di Spoleto formulata dal Sindaco della città umbra, Umberto de Augustinis. Lo rende noto il ministero sottolineando che Monique Veaute, fondatrice di Romaeuropa arte e cultura e direttrice artistica dell'omonimo festival, già amministratore delegato e direttore della Fondazione Pinault di Palazzo Grassi e Punta della Dogana a Venezia, verrà ora presentata dal Sindaco di Spoleto al Consiglio di Amministrazione del Festival dei due mondi per la nomina. 

«Sono felice e orgoglioso della scelta di nomina per la mia successione. Questo Festival mi è entrato nella testa e nel cuore, e non poteva esserci soluzione migliore di quella appena decisa per un suo ulteriore rilancio come istituzione di alta cultura». È il commento di Giorgio Ferrara, direttore da tredici anni del Festival di Spoleto, alla nomina di Veaute, che gli succederà nell'incarico al termine della prossima edizione del Festival.

E conclude: «Auguri di buon lavoro a Monique Veaute che festeggeremo quest'estate nella città dei Duchi e nel Festival fondato da Gian Carlo Menotti». 

«La condivisione del ministro ai Beni e alle attività culturali e del turismo Dario Franceschini circa il nuovo direttore artistico del Festival dei Due Mondi Monique Veaute è una notizia che conferma il valore del Festival di Spoleto nel panorama culturale e artistico internazionale e l'attenzione e la vicinanza del Ministero nei confronti della manifestazione». È il commento del sindaco della città umbra, Umberto de Augustinis.

«Monique Veaute - ha sottolineato de Augustinis - è una figura di grande prestigio e competenza, che nel corso della sua carriera ha ricoperto incarichi di straordinaria importanza e rilievo».

«In attesa di presentare al Consiglio di amministrazione del Festival il nuovo direttore artistico, desidero ringraziare Giorgio Ferrara - ha affermato ancora il sindaco - per la determinante opera di rilancio avviata nel 2008 e portata avanti con grande capacità e determinazione. Riuscire a ricreare la giusta attenzione intorno alle proposte artistiche del Festival non sembrava essere impresa facile alcuni anni fa. Giorgio Ferrara ha avuto la capacità di fare scelte innovative, mantenendo però al tempo stesso quella matrice sperimentale che ha reso famosa in tutto il mondo la creatura del Maestro Gian Carlo Menotti». 
© RIPRODUZIONE RISERVATA