Meyer e Fuortes i contendenti in lizza per la sovrintendenza della Scala

L'attuale sovrintendente della Scala Alexander Pereira
2 Minuti di Lettura
Mercoledì 29 Maggio 2019, 10:30

Sarebbero Dominique Meyer, attuale sovrintendente della Wiener Staatsoper, e Carlo Fuortes, a capo dell'Opera di Roma, i due principali contendenti rimasti in lizza per sostituire l'attuale sovrintendente della Scala Alexander Pereira quando il suo contratto scadrà il prossimo anno, se il manager austriaco non sarà rinnovato.

Per arrivare a una decisione prima delle vacanze (come ha assicurato il sindaco Giuseppe Sala, presidente del teatro) la riunione del consiglio di amministrazione in programma per il 27 giugno è stata anticipata al 18. Sarà quella l'occasione per affrontare la questione.

Il sovrintendente Alexander Pereira non ha mai nascosto di sperare in una riconferma, almeno per due anni, quando scadrà anche il contratto del direttore musicale Riccardo Chailly. Un'ipotesi che - si dice nei corridoi scaligeri - troverebbe il maestro d'accordo. C'è però nel consiglio chi si oppone a questa ipotesi. Il 18 quindi dovrebbero essere messe tutte le carte in tavola.

Il francese Meyer ha dalla sua un curriculum internazionale importante (è stato anche direttore generale dell'Opéra di Parigi), ma sarebbe il terzo sovrintendente non italiano di fila. Fuortes, invece, ha l'ostacolo della contrarietà di parte dei sindacati (tanto che la Cgil aveva ventilato l'ipotesi di uno sciopero nel caso di un suo arrivo), mentre Pereira, finito al centro delle polemiche per l'ipotesi di ingresso nel cda dei sauditi, può vantare i fondi privati che ha portato al teatro (45 milioni l'anno) che hanno permesso di chiudere sempre il bilancio in pareggio.

© RIPRODUZIONE RISERVATA