John Malkovich a teatro e la critica ai critici: «Recito i loro errori»

John Malkovich a teatro e la critica ai critici: «Recito i loro errori»
di Marco Lombardi
1 Minuto di Lettura
Sabato 27 Novembre 2021, 12:40

«Non farei mai il mestiere del critico, l’errore è dietro l’angolo», dice John Malkovich. Nasce così lo spettacolo "The Music Critic", che andrà in scena venerdì 3 dicembre al Teatro Arcimboldi di Milano: l’attore statunitense leggerà le più scomposte critiche musicali degli ultimi secoli, mentre il violinista russo Aleksey Igudesman, autore dello spettacolo, contrattaccherà a suon di musica le recensioni che descrivono Debussy come una cameriera malata di tubercolosi, Brahms un bastardo privo di talento e Beethoven un bizzarro barocco. «Il vero critico, in effetti, è il pubblico. Oltre a essere più crudele dei critici, ha democraticizzato il mestiere, sottolineando la soggettività di qualunque giudizio».

John Malkovich interpreta i testi in modo paradossale e giocoso, quasi fosse lui l’artista oggetto di quelle critiche: «Non volevo vendicarmi, chi fa il mio mestiere sa di mettere il proprio lavoro nelle mani altrui», anche se "The Music Critic" termina proprio con la lettura di una stroncatura scritta contro di lui, in occasione della sua tournée in Turchia. Dopo la sosta milanese, lo spettacolo farà tappa a Zagabria, il 4 dicembre, per poi approdare il prossimo anno negli Usa: «Dopo mi appresto a girare un film molto interessante, in cui interpreto il ruolo dello stilista Karl Lagerfeld».

© RIPRODUZIONE RISERVATA