Drusilla è "Eleganzissima": gin tonic, swing e bellezza all'Ambra Jovinelli

Martedì 11 Dicembre 2018 di Roberta Savona
Drusilla in scena all'Ambra Jovinelli accompagnata dai maestri Loris Di Leo e Nico Gori
E' ancora li su quel palco all'Esquilino, nel suo recital "Eleganzissima", impugnando il suo sofisticato gin tonic e danzando leggiadra sulle note swing di un pianoforte, o sul sensuale saxofono che fa da contralto ai tasti, accompagnandola nel suo viaggio. Il suo moonwalk non è perfetto ma la sua interpretazione di una vita che sembra un romanzo avventuriero, è precisamente donata al pubblico come un affresco della memoria. La sua. Quella di sua madre e quella della nonna prima di lei. La memoria, ancora fresca, ancora materica. Resa oggetto per il suo pubblico giunto numeroso a toccarla con mano, con delicatezza, la stessa che madame Drusilla Foer regala nei suoi spettacoli, omaggi alla vita ed alle storie che essa contiene, come quella dell'amore di un padre, col sublime ricordo di come un uomo dovrebbe sempre guardare una donna. Con rispetto. Con amore. E' eleganzissima Drusilla, nei suoi abiti color da sera, con quei capelli d'argento che vibrano insieme alla sua voce, interrotta dai sorrisi della platea e dalle battute mai scontate di un'artista che non trova eguali nel panorama moderno e che strizza l'occhio alla post-modernità come già superata, già vista. Lo fa a cavallo di un cammello sulle dune del deserto, di tortora vestita. Oppure in una parabola da Siena all'Havana, dove giunse in giovinezza e crebbe sana a ritmo di nenie napoletane di una tata partenope, con una madre poco madre e molto icona, come tale divenne poi sua nonna, passata a miglior vita nel bel mezzo di una prima al Teatro San Carlo a Napoli. Una vita che è uno spettacolo ed uno spettacolo che potrebbe durare una vita, con i suoi finali mai finiti e con la musica di maestri come Loris Di Leo al pianoforte, Nico Gori al sax e con la straordinaria partecipazione in scena del maestro Franco Godi, con cui Drusilla dona al pubblico un assaggio di Brasile sul proscenio di un esaurito Ambra Jovinelli. Tanti gli ospiti giunti ad applaudire il talento e la raffinatezza dell'artista di origini senesi, dai colleghi di rete Barbara Alberti, Alda D'Eusanio e Francesca Barra, giunta insieme al marito Claudio Santamaria, e con cui Drusilla è ospite fissa nel programma di Piero Chiambretti, passando per Luca ed Erminia Manfredi, seguiti dal direttore di Rai3 Stefano Coletta e da Giovanni Anversa.
  © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

La volpe sfrattata dai topi

di Marco Pasqua

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma