Bridgerton, dalle strisce gialle al poster di Primark: gli anacronismi scovati nella serie (come nel Trono di Spade)

Bridgerton, dalle strisce gialle al poster di Primark: gli anacronismi scovati nella serie (come Il Trono di Spade)
2 Minuti di Lettura

Anche Bridgerton è vittima di uno strafalcione storico. La serie trasmessa da Netflix e ambientata nel mondo dell'alta società londinese durante la Reggenza inglese (1811-1820) ha seguito l'esempio di Trono di Spade e Piccole Donne i quali hanno involontariamente mostrato scene in cui appaiono degli anacronismi per l'epoca in cui sono ambientati. Nel caso di Bridgerton gli occhi acuti di alcuni telespettatori hanno avvistato la presenza di alcune strisce gialle nel primo episodio. Si tratta di demarcazioni che indicano il divieto di parcheggio e che non potevano esistere nel 19° secolo, quando si usavano i cavalli come mezzo di trasporto. Hanno fatto la loro comparsa nel Regno Unito solo nel 1947. Un'altra "anomalia" storica è la presenza di poster Primark, almeno secondo quanto sostiene un altro fan su Twitter. Primark è un rivenditore pronto moda di origini irlandesi fondato nel 1969.

Bridgerton, seconda stagione. L'autrice svela tutti i gossip come "Lady Whistledown"

 

Martedì 26 Gennaio 2021, 18:14
© RIPRODUZIONE RISERVATA