Biondo infiamma Parco Leonardo con il primo album "Déjà vu"

Domenica 10 Giugno 2018 di Andrea Nebuloso
Ha la faccia da bravo ragazzo Biondo, forse perchè non ha una storia di emarginazione alle spalle o un'infanzia difficile da raccontare. La sua è una vita "normale". Cresciuto in zona Prati a Roma, coccolato dall'affetto dei genitori e della sorella, voleva fare il cuoco. Poi, per amore, ha iniziato a mettere canzoni su Youtube e Instagram e da lì è cominciato tutto.

Quasi un milione di visualizzazioni sul web, e oggi, dopo Amici 2017, il successo. Il suo produttore, Alex Petroni, gli è sempre accanto anche durante l'appuntamento al Parco Leonardo (per presentare il suo primo album Dejavu), dove più di tremila ragazzine urlanti lo attendono da ore "Anche io ho scoperto la sua bravura sul web, ma quando l'ho conosciuto dal vivo mi ha colpito subito la sua spontaneità e il suo sorriso disarmante. Biondo è un ragazzo spontaneo, un vero personaggio. Ricevo tante richieste di casa cinematografiche che vorrebbero fare qualcosa con lui. Un difetto? Purtroppo la sua bellezza esteriore che spesso oscura la bellezza delle sue canzoni". A vedere le tante teenagers accorse solo per abbracciarlo e baciarlo è difficile dargli torto.    Ultimo aggiornamento: 20:50 © RIPRODUZIONE RISERVATA