One direction, l'ultimo gossip su Zayn Malik: cacciato dai colleghi per abuso di alcol e droghe

Zayn Malik (musicamodavita.blogspot.com)
di Giacomo Perra
3 Minuti di Lettura
Sabato 28 Marzo 2015, 12:03 - Ultimo aggiornamento: 30 Marzo, 22:40

Altro che abbandono volontario. Zayn Malik, l’ormai ex componente degli “One Direction”, sarebbe stato cacciato. E il pomo della discordia non sarebbero le relazioni complicate tra gli altri componenti del complesso e la sua fidanzata, la cantante Perrie Edwards, ma i suoi vizi sempre più incontrollati.

A riferirlo è il magazine statunitense “Radar”, che non lesina proprio i dettagli: “L'abuso di alcol e droghe era diventato un grosso problema - ha raccontato alla rivista un insider vicino ai manager della band, che poi ha aggiunto: “Lui ha scelto di non ripulirsi e a quel punto la separazione è diventata inevitabile”.

Eccolo il nocciolo della questione, secondo la fonte interrogata da “Radar”: la vita di Malik era diventata un po’ troppo spericolata e i suoi amici e colleghi, per riportarlo sulla retta via, gli avrebbero chiesto di lasciar perdere gli eccessi, pena, loro malgrado, l’addio forzato al gruppo. “E’ in pessima forma. È andato a picco rapidamente e un intervento era necessario - ha spiegato un altro anonimo -. È stato deciso che la cosa migliore per lui fosse pensare a prendersi cura di sé”.

Naturalmente il gossip del magazine americano, è da prendere con le pinze, anche perché, in questi giorni, le voci e le indiscrezioni si susseguono rapidamente. Tra tanti pettegolezzi, in ogni caso, la verità ufficiale è quella messa nero su bianco dal diretto interessato, che, oltre al rispetto di Harry e dei restanti membri della band, ha incassato via Twitter anche la solidarietà dell’ex “Spice” Geri Halliwell, in una nota: “La mia vita con gli “One Direction” mi ha dato molto più di quanto avrei potuto mai immaginare, ma dopo cinque anni sento che ora è arrivato il momento di lasciare la band. Vorrei chiedere scusa ai fan se ho deluso qualcuno di loro, voglio solo un po’ di normalità”. Si tratta davvero esclusivamente di questo? Lo speriamo per lui.