Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Le Vibrazioni: «Rieccoci, ma non chiamateci vintage», la band al Festival di Sanremo con Skin

Le Vibrazioni: «Rieccoci, ma non chiamateci vintage», la band al Festival di Sanremo con Skin
1 Minuto di Lettura
Martedì 30 Gennaio 2018, 15:56 - Ultimo aggiornamento: 6 Febbraio, 17:16

V come Vibrazioni, ma V anche come quinto album della band capitanata da Francesco Sarcina. «E V come vita nuova» aggiungono i quattro artisti che dopo 5 anni di pausa e strade in solitaria sono tornati insieme. Un concerto a dicembre ha sancito la reunion, il festival di Sanremo, con il brano Così sbagliato, consacra il loro ritorno sulle scene, il nuovo disco di inediti mette il sigillo (V, distribuito da Artist First e in uscita il 9 febbraio).

«Siamo tornati più maturi, più consapevoli. Fedeli a quello che siamo stati, ma attenti all'evoluzione e alla ricerca sonora - racconta Sarcina insieme a Stefano Verderi, Marco Castellani, Alessandro Deidda - Volevamo evitare il rischio di ripeterci, di fare un best of del nostro sound. Insomma, niente effetto vintage e l'idea è quella di rimanere a lungo». E questa loro volontà è evidente già dal brano sanremese, Così sbagliato, che nella serata dei duetti canteranno insieme a Skin.
 


 

© RIPRODUZIONE RISERVATA