Spandau Ballet, il grande ritorno della band mito anni Ottanta con un film e 3 canzoni inedite

Martedì 30 Settembre 2014
Spandau Ballet, il grande ritorno della band mito anni Ottanta con un film e 3 canzoni inedite

Gli Spandau Ballet come non li avete mai visti. La band mito degli anni Ottanta, rivale dei Duran Duran nel decennio che ha visto il trionfo del pop new romantic torna con un film nelle sale cinematografiche.

Con i loro 25 milioni di dischi venduti nel mondo e 23 singoli in hit parade, gli Spandau sono stati i pionieri di un genere divenuto colonna sonoa dell'adolescenza di un'intera generazione.

Arriva sul grande schermo, solo per 2 giorni, il 21 e il 22 ottobre Spandau Ballet - Il Film - Soul Boys of the Western World, l’opera firmata da George Hencken per raccontare la storia di un gruppo di ragazzi della classe operaia di Londra che è stato capace di creare un impero musicale globale. Tony Hadley, Steve Norman, John Keeble e i fratelli Martin e Gary Kemp vengono così raccontati, attraverso filmati personali e materiale recentemente riportato alla luce, in quello che è l’affresco emozionante, intenso e possente di un'intera epoca.

L’appuntamento nelle sale italiane sarà preceduto dalla partecipazione del film come evento di gala al Festival Internazionale del Film di Roma, dove Spandau Ballet - Il Film - Soul Boys of the Western World, sarà proiettato eccezionalmente il 20 ottobre alla presenza della band.

Solo pochi giorni prima, il 13 ottobre, arriverà negli store italiani per Warner Music Italia The very best of Spandau Ballet: the story, contenente 3 attesi inediti prodotti dal leggendario Trevor Horn: il primo singolo estratto dall’album ‘This is The Love’, ‘ Steal’ e ‘Soul Boy’.

Sin dagli esordi quella degli Spandau Ballet è stata una musica tempestiva, capace di raccontare il presente e di prevedere il futuro: da Communication a True, da Gold, a Only When You Leave, sino ad arrivare a I’ll Fly For You e Through The Barricades. L’enorme successo degli Spandau Ballet fu suggellato dalla partecipazione alla registrazione del disco ''Band Aid'' e dalla loro performance al Live Aid allo stadio di Wembley nell’estate del 1985. Organizzato da Bob Geldof e Midge Ure per ricavare fondi per combattere la carestia in Etiopia, ''Live Aid'' è diventato uno dei più grandi eventi rock di tutti i tempi: mai consapevolezza globale fu incanalata in modo più netto e chiaro.

Quattro anni più tardi, nel 1989, gli Spandau avrebbero dato vita all’album Heart Like a Sky, l’ultimo prima dello scioglimento. L’appuntamento del 2014 è il più importante dopo la storica reunion della band avvenuta nel 2009.

Ultimo aggiornamento: 3 Ottobre, 00:59 © RIPRODUZIONE RISERVATA