Sanremo Giovani, chi è Tananai uno dei giovani big di Amadeus

Sanremo Giovani, chi è Tananai uno dei giovani big di Amadeus
di Luca Uccello
4 Minuti di Lettura
Giovedì 16 Dicembre 2021, 01:04

Tra i finalisti di Sanremo Giovani che avranno la possibilità di competere con i big al prossimo Festival di Sanremo c'è anche Tananai, nome d’arte di Alberto Cotta Ramusino. Alberto nasce a Milano l’8 maggio 1995. Fin da ragazzino si dedica alla produzione musicale e nel 2017 pubblica per Universal Music un album di musica elettronica intitolato “To Discover And Forget”, sotto lo pseudonimo di Not For Us.

Dopo il progetto Not For Us sente la necessità di esplorare nuovi generi musicali e inizia a scrivere testi in italiano, interpretandoli e producendone le basi. Nel 2019 pubblica i singoli “Volersi Male”, “Bear Grylls”, “Ichnusa” e “Calcutta”. A gennaio 2020 pubblica il suo primo EP “Piccoli Boati”, contenente il singolo “Giugno”.

 

Il 26 marzo del 2021 pubblica per Eclectic Music Group il singolo “BABY GODDAMN”, sotto l’etichetta Polydor/Universal Music. Il brano, che ha raggiunto più di un 1 milione di streams su Spotify, presenta delle sonorità differenti rispetto ai brani precedenti e inaugura una nuova fase della sua carriera. Il 17 Settembre 2021 ritorna con il singolo “Maleducazione”, sempre scritto e prodotto da Tananai.

Il testo di Esagerata che gli ha permesso di raggiungere il teatro Ariston di Sanremo:

Non ti parlo più
Da quando hai detto non ti parlo più
E non ti vado giù
Da quella storia che non ti va giù
E ti cerco lì e ti cerco là
Nelle Buganvillea, nelle Boulevard
Sto aspettandoti all’università
Faccio tappa lì e poi la faccio al bar

Tengo con il piede il tempo
Mentre tu mi tieni il telefono spento
Che cosa mi aspetto, mmh
Vuoi che ti aspetto, aah
Butto i ricordi nel cesso
Che al posto del cuore c’è un cinema vuoto nel petto
E aspetto, mmh
Magari mi riprendo

Però sei brava
Solo in settimana
Chissà dove ti sei buttata
Tra le braccia di un’idiota
Sei una tipa complicata
Sempre stata esagerata

Non ti parlo più
Da quando hai detto non ti parlo più
E non ti vado giù
Da quella storia che non ti va giù
E non impari mai, non impari mai
Non impari mai, non impari

E ti penso sì ma ci bevo su
E mi guardo un film, non l’hai scelto tu
Sto ammalandomi, non so come si fa
A fare finta che non eri l’unica
Forse è arrivato il momento di alzarmi dal letto
E di andare in via Lecco
Mi faccio bello, mmh
Magari lì ti becco

Però sei brava
Solo in settimana
Chissà dove ti sei buttata
Tra le braccia di un’idiota
Sei una tipa complicata
Sempre stata esagerata

Non ti parlo più
Da quando hai detto non ti parlo più
E non ti vado giù
Da quella storia che non ti va giù
E non impari mai, non impari mai
Non impari mai, non impari

Non ti parlo più
Da quando hai detto non ti parlo più
E non ti vado giù
Da quella storia che non ti va giù
E non ti parlo più
Da quando hai detto non ti parlo più
E non ti vado giù

Tu sei brava
Solo in settimana
Chissà dove ti sei buttata
Tra le braccia di un’idiota
Sei una tipa complicata
Sempre stata esagerata

© RIPRODUZIONE RISERVATA