Roger Waters al Circo Massimo a luglio: il concerto-evento al Rock in Roma

Roger Waters al Circo Massimo a luglio: il concerto-evento al Rock in Roma
di Laura Larcan
3 Minuti di Lettura
Lunedì 4 Dicembre 2017, 15:48 - Ultimo aggiornamento: 5 Dicembre, 15:13

Dopo i Rolling Stones, Bruce Springsteen e David Gilmour, potrebbe essere Roger Waters la nuova stella del firmamento musicale a suonare nell'arena del Circo Massimo. Il condizionale resta doveroso in queste ore, ma i rumors sul possibile show a Roma a luglio del 2018, nello stadio più grande dell'antichità, dell'ex Pink Floyd si fanno sempre più insistenti. Quello che è sicuro è che le riserve saranno sciolte il prossimo martedì 5 dicembre quando gli assessori capitolini alla crescita culturale Luca Bergamo, e ai Grandi eventi Daniele Frongia, hanno convocato una conferenza stampa al Palazzo delle Esposizioni di via Nazionale per presentare «un evento» (così è scritto nell'invito) che definiscono in Campidoglio ancora «top secret». Bocche cucite (a suon di «no comment»), ma lo spettacolo sarà illustrato nei dettagli con i fondatori della storica rassegna Rock in Roma Maxmiliano Bucci e Sergio Giuliani, la stessa kermesse che ha organizzato in passato gli eventi musicali al Circo Massimo.

Come a dire, garanzia di qualità per l'evento. Con loro, figurano al tavolo dei relatori Mimmo D'Alessandro e Adolfo Galli produttori del tour italiano di Roger Waters, avveniristico show dal titolo Us + Them che segna il ritorno di Waters in Europa dopo quattro anni e che prevede già due tappe a Milano e a Bologna nella prossima estate. Che il Circo Massimo sia, dunque, la nuova data del calendario italiano? Quasi un ideale passaggio di testimone, in fondo, con David Gilmour, che da Roma, poi, aveva toccato anche il teatro romano di Pompei.
 

 


L'ESTATE ROMANA
E davvero si può ben dire che per Roma si prospetta un anno vissuto all'insegna dei Pink Floyd. Si comincia a gennaio con la grande mostra sulla leggendaria band inglese dal titolo The Pink Floyd Exhibition - Their Mortal Remains, che alzerà il sipario il 19 gennaio al Macro. E si dovrebbe continuare proprio d'estate con lo show del cantautore e compositore britannico, un evento tale da riempire, c'è da scommetterci, l'intera area monumentale del Circo Massimo, come nella migliore tradizione dei concertoni estivi degli ultimi tre anni. Bruce Springsteen fu applaudito da sessantamila persone, tanto per ricordarne uno, e i numeri sembrano destinati ad essere riconfermati dai fan del monumentale Waters. Il nome del musicista, d'altronde, era già girato parecchio nei giorni scorsi.

In occasione della presentazione della grande mostra, qualche giorno fa, lo stesso Nick Mason, fondatore e batterista della storica band, aveva annunciato che proprio Roger Waters sarebbe arrivato a gennaio nella Capitale per tenere a battesimo il vernissage dell'esposizione. E sempre Waters potrebbe replicare il suo soggiorno a Roma come tappa, a luglio prossimo. Insomma, i fan del mito musicale possono cominciare a mettere in agenda Roger Waters come star della prossima Estate Romana. Non foss'altro per la scaletta di un evento che prevede canzoni tratte dai più grandi album dei Pink Floyd (The Dark Side of The Moon, The Wall, Animals, Wish You Were Here) più alcuni brani dal suo nuovo album campione d'incassi Is This the Life We Really Want?.

© RIPRODUZIONE RISERVATA