Rai Radio Uno, si cambia: spazio alla musica sin dal mattino e Gr ogni ora

Lunedì 7 Gennaio 2019
Francesco D'Ayala, Dario Salvatori e Gianmaurizio Foderaro protagonisti della trasmissione di prima mattina su Radio Uno
Rai Radio Uno, si cambia.E' infatti tutto nuovo il palinsesto di Rai Radio Uno: Gr ogni ora con l'allungamento di tre minuti dell'edizione delle 8:00 per rafforzarne il carattere di «ammiraglia» dell'informazione;  programmi di rete con approfondimenti e fili diretti con il contributo di commentatori, opinionisti ed esperti soprattutto per lo Sport; e musica, in primo piano, la musica a cominciare dalla mattina presto.

 Ad illustrare le novità nel dettaglio il direttore di Radio1 e del Gr Rai, Luca Mazzà e il direttore di Rai Radio, Roberto Sergio. «Per la radio, in special modo per una all news - ha fatto notare Mazzà - la mattina corrisponde alla prima serata televisiva. Si comincia presto - dalle 5.00 fino alle 7.00, prime time della radio - con il nuovo contenitore "Il mattino di Radio1": notizie, rassegna stampa, anticipazione dei fatti del giorno, collegamenti e musica con la cura di Carlo Cianetti, la conduzione di Giovanni Acquarulo, Francesco D'Ayala, Gianmaurizio Foderaro e la presenza fissa di Dario Salvatori. Tornerà anche l'oroscopo».

Alle 7 andrà in onda un Gr lungo, seguito dallo storico "Radio Anch'io". La novità sarà rappresentata dal giornale delle 8.  Alle 9:30 un nuovo contenitore informativo, "Cento città", dedicato all'informazione dal territorio e realizzato con le redazioni regionali della TgR. Arrivano a RadioRai Gianluca Semprini e Marco Liorni. Alle 10:30 la mattinata di Radio 1 prevederà "Giorno per Giorno", attento alle tematiche sociali e di servizio, con attenzione alle categorie dei consumatori e dei risparmiatori, oltre che ai temi riguardanti la salute. Confermato "Andata e ritorno, viaggio nel paese reale", mentre dalle 15:30 "Fuori gioco" cambierà nome e diventerà "Radio 1 in viva voce". Per John Vignola e la sua musica, mezz'ora nella stessa fascia. Confermato ovviamente anche "Un giorno da pecora"
.

Il fine settimana, novità assoluta:
«Si parla di mare, dedicheremo "Radio di bordo" alle persone che amano e vivono il mare», dice Mazzà. Sul Giornale Radio: «Abbiamo lavorato sulla differenziazione delle identità dei singoli Gr. Il Gr2 vedrà eliminati i titoli di testa e al suo posto ci sarà una sintesi del conduttore che enfatizzi il tema centrale dell'edizione. Per il Gr 3 si è decisa una caratterizzazione per temi. L'edizione delle 13:45 sarà un approfondimento delle notizie economiche, mentre quella delle 18: 45 si concentrerà sulle notizie dall'estero».

Infine, rileva Mazzà: »Rimane la concentrazione sui grandi eventi. Non solo quelli canonici come Sanremo o il Giro d'Italia, ma tutti quelli che pensiamo debbano avere risalto, che potranno riguardare, ad esempio, la cultura, i diritti dell'infanzia, la violenza sulle donne e così via. Programmi come "Italia sotto inchiesta", "Zapping" e "Tra poco in edicola", rimarranno punti fermi. Così come lo sport: confermati i programmi cult, con un potenziamento di Radio1 Sport, grazie ai diritti di tutti gli sport più popolari
».

Per Il digitale, nuovi Gr tematici dedicati ai cinque canali specializzati: Radio Kids, Radio Classica, Radio Live, Radio Tuttaitaliana e Radio Techeté. Infine una novità anche per quanto riguarda gli annunci di apertura e di chiusura del canale. Roberto Sergio:
«Vogliamo rendere più veloce la cosiddetta 'radio evolution', concentrandoci sulla tempestività dell'informazione e grazie alla filiera digitale. Le nuove piattaforme come Raiplay Radio - che sarà implementata e verrà arricchita delle dirette video - diventeranno sempre più importanti. Già ora stiamo provando qualcosa di simile: tramite Radio1 Sport abbiamo provato a far evolvere lo streaming con numeri di tutto rispetto». © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Per la fidanzatina del figlio la mamma diventa sfinge

di Raffaella Troili

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma