Di tutto un Prog, torna la musica colta: a Roma i 25 anni di Progressivamente, le foto scomparse di David Bowie

Martedì 19 Settembre 2017 di Enzo Vitale
La copertina di Prog numero 14
David Bowie, 40 anni di Heroes; Banco del Mutuo Soccorso, tutte le novità; Marillion in Italia, Anthony Phillips, il ritorno di Bernardo Lanzetti e gli Acqua Fragile, Peter Hammil dalla A alla Z, vita e morte della band La Locanda delle Fate e, chicca finale, Jaco Pastorius. Questi alcuni dei contenuti di Prog Italia, il bimestrale cartaceo giunto alla sua  quattordicesima uscita in edicola. Sì, in edicola. In un periodo dominato dai social e dalla Grande Rete, il successo di una rivista cartacea dà spettacolo. E' proprio il caso di dirlo. Ma oltre alla carta, realtà quasi vintage, torna in auge anche la musica Prog.

Gruppi mai dimenticati, finiti nel deserto della musica, tornano a ricostituirsi per illuminare i cupi periodi del ventunesimo secolo. E così è tutto un pullulare vecchie glorie. Una specie di ritorno agli anni '70 che, a dire il vero, non fa poi così male. Ma non è tutto, il fenomeno ha contagiato pure  facebook dove si moltiplicano gruppi e classifiche sui migliori album di sempre. Prog, naturalmente. L'ultima in ordine di arrivo vede nei primi quattro posti In the Court of the Crimson King dei mitici King Crimson di Robert Fripp, l'italianissimo album Omonimo del Banco del Mutuo Soccorso e due mastodontici ellepì (si chiamavano così una volta) dei Genesis, ovvero Selling England by the Pound e Nursery Crime. Chi vincerà il virtuale agone ?
In Italia, comunque, è tutto un rifiorire gruppi anni '70: Locanda delle Fate, Balletto di Bronzo, Rovescio della Medaglia, Maxophone, Acqua Fragile, Osanna per citarne alcuni, ma anche i più  blasonati Banco, Pfm e Orme (con le varie new entry di musicisti) tornano a farsi sentire con decisione.


(Lino Vairetti degli Osanna)


DAVID BOWIE E LE FOTO SCOMPARSE PER 40 ANNI, LA TESTIMONIANZA
Piero Togni, fotografo a tutto tondo, racconta il caso: «Era l’8 ottobre 1977. In quel periodo seguivo come fotografo i vari servizi video realizzati per la trasmissione Odeon su Rai2 di Brando Giordani ed Emilio Ravel. I filmati erano realizzati da grandi registi con soggetti cinematografici e musicali. Pubblicavo i miei servizi fotografici per «TV Sorrisi e Canzoni», settimanale molto diffuso, ma quello di David Bowie, ho dimenticato la ragione, non uscì. Per questo motivo ho conservato in archivio le diapositive relative a quel momento, dove sono rimaste per 40 anni… dove sarebbero rimaste ancora se non ci fosse stata una rivista come «Prog» Italia, che ha profondo rispetto della musica e di chi, in un modo o nell’altro, ha contribuito a crearne la storia. Le vostre pagine hanno il profumo degli anni 70 con la visione dell’oggi, non la nostalgia un po’ piagnona di troppe trasmissioni sugli anni 60 e 70 nazionalpopolari, con tutto il rispetto per quelle situazioni. Le mie foto sono apparse su riviste come «Ciao 2001» e «Muzak» ma neanche allora ai fotografi si dava la giusta considerazione, non c’era la cultura di capire che le nostre immagini applicate alla musica erano importanti quasi come la musica stessa»........

L'UNIVERSO MARILLION
I Marillion tornano in Italia per due concerti dopo l’unica data veronese del 10 settembre 2016.
Il loro ultimo album, FEAR, è stato portato in giro per il mondo con concerti quasi sempre da tutto esaurito, senza grossa promozione e pubblicità. Segno di un affetto tangibile e non facilmente replicabile in altri ambiti. Solo due date in Italia: martedì 3 ottobre a Roma, Auditorium Parco della Musica (Sala S. Cecilia), mercoledì 4 ottobre a Milano, Teatro degli Arcimboldi.
«Personalmente ho attraversato tutti gli orizzonti musicali -a parlare è Steve Copeland-: all’inizio volevo suonare con i miei amici hippy e avevo i capelli lunghi lunghi… poi ho abbandonato tutto per portare la bandiera del punk (che non era per nulla il mio stile), fino a quando mi è servito e in seguito l’ho rifiutato. Poi sono diventato un compositore di opera e di colonne sonore».......

PROGRESSIVAMENTE ANNO 25
«Questo numero 14 festeggia anche le 25 edizioni del Progressivamente Free Festival -commenta Guido Bellachioma, direttore della rivista e organizzatore dela rassegna-. Cinque giorni di rock progressivo al Jailbreak Live Club (via Tiburtina 870 tel. 06.4062768), sospeso tra band storiche e gruppi nuovi, rock sinfonico e jazz rock, avanguardia e omaggi a una storia importante. Sempre all’insegna della voglia di vivere un po’ di musica insieme, la manifestazione regge con lo sforzo di tutti quelli che collaborano gratuitamente: artisti in primis e poi gli altri. Il Festival non ha sponsor e l’ingresso è gratuito proprio per il motivo di cui sopra. Solo la SIAE prende soldi… ma non credo tornino indietro proprio agli artisti che parteciperanno»....


(Enzo Vita del Rovescio della Medaglia)

PROG E VIAGGI DI NOZZE
«In questa occasione mi piace mandare un augurio a Gianluca ed Angela Chiti di Bologna -dice ancora Bellachioma-, vengono in viaggio di nozze a Roma per immergersi nella nostra musica, davvero un atto d’amore. Cinque doppi concerti e passa la paura. Questa edizione è dedicata alla memoria di alcune persone che non ci sono più e vivevano per e nella musica: John Wetton, Greg Lake, Allan Holdsworth, Maurizio Zarrillo dei Semiramis, Olga Siciliani, Adria Ackerman. I primi quattro erano artisti, amici come Maurizio e Allan, mentre Olga e Adria stavano fuori dai riflettori. Con Olga ho diviso tanti concerti e conferenze stampa, vorrei ricordarla in modo allegro e credo che a lei sarebbe piaciuto. Voglio anche segnalaree i Flea on the Etna: Elio Volpini (Uovo di Colombo, Etna e Flea) ha deciso di risuonare alcuni brani dei Flea e degli Etna e l’esordio avverrà il 30 settembre prima dei CAP e dei Jumbo. Siete avvertiti… Beneath the Geyser, apertura dell’album ETNA del 1975, è un brano jazz-rock che spacca».


(Vittorio Nocenzi del Banco e Guido Bellachioma)

IL RITORNO DEL BANCO DEL MUTUO SOCCORSO
Ai primi di ottobre arriva la Legacy Edition di Iio sono nato liberodel Banco con un secondo Cd di nuove registrazioni, effettuate poco prima di questa pubblicazione. Era dal 1994, IL 13, che non usciva così tanto materiale inedito del gruppo.

IL CONCERTO DELLA LOCANDA DELLE FATE
Una reunion , ma anche un addio. La Locanda delle fate sarà in concerto a Roma sabato 23, al Jailbreak Live Club (via Tiburtina 870 tel. 06.4062768, inizio ore 22). Si tratta di un concerto di addio del gruppo, che andrà a novembre anche in Brasile, prima di sciogliersi a fine 2017.

ROGER WATERS IN INTALIA NEL 2018?
Us + Them tour sbarcherà in  Europa il prossimo anno. Ci sono anche buone possibilità per l'Italia. Roger Waters, l’ex dei Pink Floyd attualmente in tour in Nord America, ha assicurato per ora gli appuntamenti in Germania e Austria a cui faranno seguito, si spera, altre date in altri Paesi del Vecchio Continente, tra cui, naturalmente, l'Italia. Date e location ancora da definire. Nell'attesa incrociamo le dita.
  Ultimo aggiornamento: 20 Settembre, 18:43 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Roma deserta, i controlli e la storia di Marta abbandonata in strada dai vigili (come in una favola)

di Pietro Piovani