Musica, morto il compositore Penderecki: scrisse la colonna sonora di Shining, influenzò anche i Radiohead

Domenica 29 Marzo 2020
Musica, morto Penderecki: scrisse la colonna sonora di Shining, influenzò anche i Radiohead

Lutto nel mondo della musica. Il compositore e direttore d'orchestra polacco Krzysztof Penderecki, tra i più significativi autori del panorama mondiale, musicista di riferimento dell'avanguardia polacca e da tempo considerato un «classico postmoderno», è morto questa mattina all'età di 86 anni a Cracovia. Da tempo malato, l'annuncio della scompara è stato dato dalla famiglia ai media polacchi. Penderecki è uno dei pochi autori di musica contemporanea il cui nome sia giunto con successo anche al grande pubblico, visto che la sua musica è diventata la colonna sonora di capolavori del cinema come «Shining» (1980) del regista Stanley Kubrick e «L'esorcista» (1973) di William Friedkin. La sua «Trenodia per le vittime di Hiroshima», opera composta nel 1961 in memoria delle vittime di Hiroshima, è stata scelta dal regista Alfonso Cuaròn come commento ad una scena del suo «I figli degli uomini» (2006) ed è stata utilizzata anche nell'ottava parte della serie tv «Twin Peaks» (2017). Tra gli altri film in cui si ascoltano le sue musiche, da ricordare «Il Manoscritto trovato a Saragozza» di Wojciech J. Has, «Je t'aime, Je t'aime - Anatomia di un suicidio» di Alain Resnais, «Shutter Island» di Martin Scorsese, «Cuore selvaggio» e «Inland Empire» di David Lynch. Il compositore ha ricevuto quattro Grammy Awards e la sua musica ha influenzato Jonny Greenwood, il chitarrista dei Radiohead«Penderecki era il più grande, un compositore fortemente creativo e un uomo gentile e cordiale. Le mie condoglianze alla sua famiglia e alla Polonia per questa enorme perdita per il mondo musicale». Così, su Twitter, Jonny Greenwood, chitarrista e arrangiatore dei Radiohead, ricorda Penderecki, la cui musica è stata fonte di ispirazione per il solista della band inglese.

Thom Yorke in tour in Italia, il 9 luglio il frontman dei Radiohead sarà a Milano

Penderecki ha composto anche una decina di sinfonie legate al sentimento religioso. Particolarmente legato a Giovanni Paolo II, in onore del papa polacco ha composto il Requiem «Chaconne (2005). Di grande rilievo soprattutto la sua settima sinfonia, intitolata «Sette porte di Gerusalemme», per orchestra, soli e coro. Ha composto la monumentale «Passione di San Luca» nel 1966 per orchestra, soli, coro e voci bianche, ispirata al modello delle Passioni di Bach. Artista dai vasti interessi, si è via via concesso una scrittura neotonale post-romantica, con contenuti e costruzione accessibili a un pubblico più ampio. Nel 2011 Penderecki ha collaborato con Jonny Greenwood, chitarrista principale della rock band inglese Radiohead, e con il compositore di musica elettronica Aphex Twin per un album e un tour. 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Roma deserta, i controlli e la storia di Marta abbandonata in strada dai vigili (come in una favola)

di Pietro Piovani